Fra Brembo e Mercedes c'è piena collaborazione

condividi
commenti
Fra Brembo e Mercedes c'è piena collaborazione
Di: Franco Nugnes
25 lug 2014, 16:12

I due marchi proseguono le analisi congiunte per trovare la causa del crash di Hamilton in Germania

La pace dopo la tempesta. E' proprio il caso di dirlo. Brembo e Mercedes hanno diffuso un comunicato congiunto nel quale si lascia intendere che non è possibile attribuire la colpa dell'incidente di Lewis Hamilton nelle qualifiche del Gp di Germania al disco in carbonio della ditta italiana, riservandosi di trovare le cause che hanno determinato il cedimento dopo ulteriori controlli.

"Dopo l'incidente patito da Lewis Hamilton sabato scorso a Hockenheim, Brembo e il Mercedes AMG Petronas F1 Team hanno lavorato mano nella mano per analizzare e identificare le cause del cedimento. Attualmente non esiste una chiara evidenza che ci sia una singola causa della rottura eproseguiremo in una rigorosa analisi che terrà conto dei molteplici fattori che potrebbero aver contribuito al problema. I risultati di questa analisi tecnica saranno comunicati non appena disponibili. La Formula 1 è un mondo avanzato in cui le tecnologie sono spinti ai loro limiti e nel quale le partnership forti sono di importanza cruciale. Brembo e Mercedes restano impegnati in un rapporto di stretta collaborazione per il futuro".

Al di là del politichese c'è una chiara marcia indietro dei responsabili Mercedes dopo le bordate che, in particolare Niki Lauda, aveva riservato al fornitore di Curno a Hockenheim: la Stella a tre punte ribadisce la sua voglia di collaborare con la Brembo, evidenziando che saranno indagate le altre possibili cause del crash.

Articolo successivo
Ferrari: due cofani diversi per Kimi e Fernando

Articolo precedente

Ferrari: due cofani diversi per Kimi e Fernando

Articolo successivo

Renault: l'installazione 2015 decisa da Red Bull?

Renault: l'installazione 2015 decisa da Red Bull?
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Lewis Hamilton Acquista adesso
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie