Red Bull: ecco il tanto atteso "muso corto"

Ha fatto il suo debutto questa mattina nel primo turno di libere il naso che finalmente ha superato il crash test

Red Bull: ecco il tanto atteso

Ecco il tanto atteso "muso corto" della Red Bull Racing che è stato montato sulla RB11. L'unico esemplare disponibile è stato diviso fra i due piloti Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat nella prima sessione di prove libere. Come si può notare nella foto Effe 1 Tech i tecnici di Milton Keynes si sono spinti al limite del regolamento e hanno faticato le proverbiali sette camicie per superare il crash test frontale che è stato fallito una miriade di volte e che ha comportato anche il danneggiamento di un telaio.

Il becco del muso è più stretto e arretrato, grazie alla maggiore inclinazione dei piloni che sostengono l'ala anteriore: asportando una parte di sezione è aumentata la portata d'aria che si riesce a convogliare sotto al telaio nel tentativo di accrescere il carico aerodinamico nel posteriore.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Ultime notizie