Ricciardo: ieri un problema alla campana dei freni?

Ricciardo: ieri un problema alla campana dei freni?

La Red Bull Racing sta esasperando i passaggi di aria e sfrutta ogni componente per avere vantaggi aerodinamici

Daniel Ricciardo non è  troppo soddisfatto della sua Red Bull RB10: il vincitore del Gp di Ungheria sapeva che Spa non si sarebbe adattata alla sua monoposto di Milton Keynes, ma l'australiano ha sofferto di problemi ai freni che hanno condizionato il lavoro di messa a punto della vettura per il difficile tracciato belga.

Stando alle indiscrezioni Ricciardo avrebbe avuto un guaio alla campana del disco che lo ha costretto ad una lunga sosta ai box: nelle prima fasi della riparazione i meccanici avevano fatto capannello intorno alla macchina perché non si individuasse quale fosse la causa dello stop anticipato.

La Red Bull Racing, ma non solo questa squadra, stanno estremizzando tutti i concetti dell'impianto frenante, cercando di sfruttare l'aria calda generata dai dischi per funzioni aerodinamiche o per contribuire a scaldare le gomme.

La campana del disco, quindi, è diventata un elemento importante perché con gli opportuni fori può contribuire ai processi detti prima. E non è da escludere che a Milton Keynes i tecnici di Adrian Newey si sia spinti troppo oltre, cercando sempre più vantaggi aerodinamici, al punto da generare fastidiose virazioni o piccole deformazioni che mettono in crisi il corretto funzionamento di tutto l'impianto.

I meccanici della Red Bull hanno ripulito l'interno dei cestelli dai residui di materiale che si erano formati, segno che c'era stato uno sfregamento di parti ben al di là delle tolleranze di progetto. E molto probabilmente i tecnici hanno deciso di tornare a soluzioni meno estreme, ma più affidabili...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Ultime notizie