Spa, Libere 2: Hamilton replica a Nico. E Alonso c'è

Spa, Libere 2: Hamilton replica a Nico. E Alonso c'è

Lewis il più veloce con la Mercedes davanti a Rosberg di sei decimi. La Ferrari resta la terza forza

Lewis Hamilton replica al giro più veloce di Nico Rosberg nella seconda sessione di prove libere del Gp del Belgio. L'inglese ha ottenuto 1'49"189 in modalità da qualifica con le gomme Pirelli Soft, facendo meglio del leader della classifica iridata piloti che ha commesso un errore nel giro buono all'uscita della chicane di Les Combes, ragione per cui ha pagato sei decimi dal leader. Le due frecce d'argento anche nella configurazione a medio carico hanno confermato una netta superiorià.

Lewis Hamilton durante la simulazione di gara con le gomme morbide ha continuato a chiedere via radio quale fosse il passo del compagno di squadre e rivale per il mondiale, a riprova della rivalità che divide i due.

L'unico che è riuscito a bucare il muro dell'1'50" insieme ai due piloti Mercedes è stato Fernando Alonso con la sorprendente Ferrari F14 T. Lo spagnolo è terzo con 1'49"930: il distacco da Hamilton è di otto decimi, un divario pesante anche se tutti gli altri sono alle spalle dell'asturiano che ha deliberato l'assetto aerodinamico più carico, convincendo Kimi Raikkonen a convertirsi alle sue soluzioni.

La Ferrari sembra in ordine sul giro secco, mentre mostra un certo decadimento di prestazione durante la seconda fase del long run. La F14 T ha certamente beneficiato della coibentazione degli scarichi per recuperare almeno una decina di cavalli.

Il quarto tempo è stato ottenuto da Felipe Massa: la Williams non ha sorpreso nella qualifica, ma ha stupito nel passo gara del brasiliano, tant'è che sono in diversi a mettere il brasiliano nel ruolo di sfidante delle Mercedes.

In crescita anche la McLaren che ripropone Jenson Button, quinto, davanti a Kevin Magnussen: il danese che ha lavorato con una configurzione diversa, si è dovuto accontentare della nona posizione con la MP4-29.

Bene anche Valtteri Bottas con la seconda FW36, davanti a Daniil Kvyat: il russo con la Toro Rosso è stato il più veloce fra i piloti motorizzati Renault a un decimo dal finlandese. Il giovane della squadra di Faenza si rivela molto consistente e non teme l'arrivo di Max Vesrtappen in squadra l'anno prossimo

Daniel Ricciardo è solo ottavo con l'unica Red Bull RB10: l'australiano ha accusato un problema ai freni che lo ha costretto a lungo ai box. I tecnici di Milton Keynes hanno verniciato la macchina del vincitore del Gp d'Ungheria con la flou-viz per fare delle prove aerodinamiche.

La squadra ha dovuto concentrare tutte le energie su Daniel Ricciardo, perché Sebastian Vettel non ha partecipato alla sessione perché sulla sua RB10 è stata decisa la sostituzione della power unit (è già la quinta della stagione!) dopo la ruttura degli scarichi della bancata sinistra che si era verificata in mattinata. Non è un gran momento per il campione del mondo che potrebbe pensare di cambiare squadra, spinto anche da Bernie Ecclestone che gli ha parlato...

La top ten è completata da Kevin Magnussen e da Nico Hulkenberg. In particolare la Force India, da sempre molto veloce a Spa, si è un po' persa visto che Sergio Perez è solo tredicesimo nella lista dei tempi.

In crescita la Sauber con Adrian Sutil: il tedesco su un tracciato poco adatto alla C33 è dodicesimo, mentre il compagno di squadra Esteban Gutierrez ha girato poco (sette giri) per la rottura del cambio che ha obbligato il direttore di corsa alla seconda interruzione con la bandiera rossa. La prima si è resa necessaria per Pastor Maldonado che è andato a sbattere violentemente nella discesa che porta a Pohon ha compiuto solo due tornate: il venezuelano è andato oltre il cordolo e ha perso il controllo della sua Lotus E22. Disastroso!

Problemi anche per Kimi Raikkonen che ha concluso quindicesimo con la seconda F14 T: il finlandese è stato bersagliato da un guaio alla power unit che lo ha tenuto a lungo nei box, dopo il surriscaldamento che ha accusato questa mattina. Non è giudicabile il rendimento di Iceman che ha rinunciato alla qualifica: purtroppo non ha potuto lavorare alla messa a punto della configurazione aerodinamica simile a quella di Alonso.

Max Chilton è tornato sulla Marussia MR03 al posto di Alexander Rossi e ha preso 1"8 da Jules Bianchi: l'nglese è tornato in macchina dopo che il padre ha pagato il conto in sospeso. In coda Marcus Ericsson si è rifatto su André Lotterer: lo svedese ha preceduto il debuttante tedesco di 43 millesimi di secondo.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie