Ferrari: un problema al flussometro per Raikkonen

condividi
commenti
Ferrari: un problema al flussometro per Raikkonen
Di: Franco Nugnes
03 lug 2015, 23:15

Il finlandese nel turno del mattino ha perso 20 minuti per un'anomalia al misuratore del carburante

La Ferrari di Kimi Raikkonen nel primo turno di prove libere del Gp di Gran Bretagna è rimasta ferma ai box quasi una ventina di minuti dopo la sosta della prima mezz'ora, quando tutte le monoposto cambiano il primo treno di gomme. Dopo un installation lap, il finlandese è dovuto rientrare in pit lane per un'anomalo problema di alimentazione della sua power unit. In telemetria hanno visto dei dati molto variabili sulla portata del carburante verso il sistema di iniezione dello 059/4.

Cosa è successo? Pare che a non funzionare a dovere fosse il flussometro, lo strumento della Gill Sensors, Ultrasonic Fuel Flow Meter, che ha messo in allarme tanto gli ingegneri del Cavallino rampante che i commissari tecnici della FIA che hanno modo di controllare i valori di consumo istantaneo della benzina attraverso i dati che vengono raccolti dalla centralina unica, non dovendosi superare i 100 kg/h per regolamento.

Semplicemente non ha funzionato un sensore per cui l'afflusso del carburante era molto instabile tale da non permettere un corretto utilizzo del 6 cilindri turbo. Non appena il problema è stato individuato, in pochi minuti è stato risolto e Kimi ha potuto tornare regolarmente in pista con la SF15-T concludendo il turno con il quarto tempo assoluto e 25 giri percorsi.

Foto Alex Galli / Natalia Antonova

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: c'è un nuovo ricciolo sul fondo della SF15-T

Previous article

Ferrari: c'è un nuovo ricciolo sul fondo della SF15-T

Next article

Capelli: "Ecclestone vuole il Gp d'Italia a Monza"

Capelli: "Ecclestone vuole il Gp d'Italia a Monza"