F1 | GP Qatar: Hamilton in pole, Verstappen sarà penalizzato?

Hamilton coglie la 102esima pole position nel GP del Qatar, ma la Mercedes non è riuscita a costruire una prima fila. Verstappen, secondo a oltre quattro decimi, non ha rallentato per la bandiera gialla esposta a seguito dell'ala rotta che ha bucato una gomma dell'AlphaTauri. di Gasly, comunque ottimo quarto. Alonso precede Norris, mentre Sainz è settimo con la Ferrari, mentre Leclerc non è uscito dalla Q2 ed è 13esimo.

F1 | GP Qatar: Hamilton in pole, Verstappen sarà penalizzato?

Lewis Hamilton sorride, la Mercedes un po' meno perché nel piano della squadra di Brackley c'era di portare due W12 in prima fila. E, invece, al dunque Valtteri Bottas è mancato, sebbene i motoristi di Brixworth abbiamo voluto dargli una mappatura estrema che non è riuscito a sfruttare per problemi di assetto.

Hamilton ha siglato la 102esima pole position della carriera nel primo run della Q3: l'inglese ha stampato un fantastico 1'20"827 con le gomme soft che fissa il nuovo record della pista di Losail. Lewis è stato quasi perfetto, andando oltre i disturbi fisici che lo avevano penalizzato ieri. L'inglese dovrà giocare la sua partita da solo, confidando sul fatto che Max Verstappen non sembra avere un passo per mettere a repentaglio la supremazia ritrovata della W12.

I 455 millesimi rimediati dall'olandese sono tanti e sono forse l'espressione del nervosismo che si respira nel box di Milton Keynes per quell'ala posteriore che non chiude bene il flap mobile. I commissari durante la qualifica hanno controllato la conformità dell'ala posteriore della Red Bull di Sergio Perez, aggiungendo tensione alla tensione.

Max la sua prestazione l'ha ottenuta mentre erano state esposte le bandiere gialle per la foratura dell'anteriore destra sull'AlphaTauri di Pierre Gasly. Il francese aveva rotto l'ala anteriore su un cordolo e un detrito ha forato la gomma, seminando detriti nel rettilineo d'arrivo dopo aver già messo in cassaforte una splendida quarta posizione.

Tutti i piloti che sono sopraggiunti sul rettilineo hanno rallentato, l'unico che sembra non aver tolto il piede è stato Verstappen che potrebbe essere messo sotto investigazione, tanto più che Max è recidivo in una situazione simile a questa.

Fernando Alonso ha dato un altro saggio delle sue qualità intramontabili mettendo l'Alpine in quinta posizione davanti alla McLaren di Lando Norris, mentre Esteban Ocon si è aggrappato alla nona posizione.

La Ferrari non è stata un granché: a salvare la Scuderia ci ha pensato Carlos Sainz che ha piazzato la SF21 in settima posizione (e potrà partire con la gomma gialla come i primi tre), in un weekend che si sta rivelando più difficile del previsto. E' stata una qualifica complicata, ma la Rossa potrebbe andare meglio in gara.

Dietro allo spagnolo c'è Yuki Tsunoda che si vuole sentire utile alla causa dell'AlphaTauri nella sfida con l'Alpine. Sebastian Vettel si è accontentato di aver messo il naso in Q3 con la scorbutica Aston Martin: al tedesco per ora va bene così...

Resta fuori dalla top 10 Sergio Perez che si autoelimina in Q2: il messicano non sarà utile nella lotta per il mondiale, visto che sarà chiamato a fare una rimonta, ma non potrà essere d'aiuto per Verstappen che si ritrova solo.

Altrettanto clamorosa la bocciatura di Charles Leclerc che è 13esimo dietro a Lance Stroll con l'Aston Martin. Il ferrarista non è mai parso a suo agio in questo weekend, ma nessuno si aspettava che la SF21 potesse stare fuori dalla Q3. Il monegasco aveva tentato di saltare il taglio con la gomma gialla, ma nel secondo run ha provato con le soft e il risultato non è migliorato. Charles haa perso tre decimi da Sainz nel T1: c'è qualcosa che non quadra nella sua rossa.che faticava ad innescare la temperature delle gomme. E' la quarta volta che Leclerc non esce dalla Q2 quest'anno.

Male anche Daniel Ricciardo con la McLaren: l'australiano si deve accontentare di un 14esimo posto  davanti a George Russell ha fatto il suo massimo con questa Williams.

Non ha entusiasmato l'Alfa Romeo con Kimi Raikkonen 16esimo e Antonio Giovinazzi 18esimo, subito fuori alla conclusione della Q1: fra i due piloti di Hinwil si è infilato Nicholas Latifi con la Williams. In coda ci sono le due Haas: Mick Schumacher è riuscito a rimanere ancorato al gruppo, mentre Nikita Mazepin è rimasto più staccato perché nel primo run ha rotto l'ala anteriore e ha dovuto abortire il giro e, dopo aver saltato due turni di libere, non ha trovato un giro buono nel secondo tentativo. Questa volte il russo ha tutte le attenuanti del caso...

condividi
commenti
LIVE Formula 1 | Gran Premio del Qatar: Qualifiche
Articolo precedente

LIVE Formula 1 | Gran Premio del Qatar: Qualifiche

Articolo successivo

Leclerc, 13° e sbigottito: "Questa volta non ho spiegazioni"

Leclerc, 13° e sbigottito: "Questa volta non ho spiegazioni"
Carica i commenti