Monaco, Libere 1: svetta Hamilton, incanta Verstappen

condividi
commenti
Monaco, Libere 1: svetta Hamilton, incanta Verstappen
Di: Franco Nugnes
21 mag 2015, 11:43

La Mercedes è davanti con il 17enne olandese a un decimo. Vettel è quarto ma a 3 decimi

Lewis Hamilton è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del Gp di Monaco. L'inglese, che ha rinnovato un contratto triennale con la Mercedes prima della trasferta del Principato, con la W06 Hybrid è arrivato a 1'18"750, un tempo che è mezzo secondo più lento del primo turno dello scorso anno che lui stesso aveva firmato. Nella notte c'è stato una forte pioggia che ha reso scivolosa la pista nelle prime battute e a complicare le cose c'è anche la temperatura dell'aria che è solo di 14 gradi per cui gomme e freni, specie anteriori, fanno fatica ad arrivare alla temperatura di esercizio.

Si sono visti tantissimi lunghi alla staccata del rettilineo principale con dritti innocui nella via di fuga di Saint Devote. Alle spalle del leader del mondiale non c'è Nico Rosberg, come ci si poteva aspettare visto che si è dedicato a lavorare per la gara, ma Max Verstappen a solo 149 millesimi da Hamilton con la sorprendente Toro Rosso STR10 che ben si adatta al tracciato cittadino e alla gomme Pirelli di mescola Soft.

Il 17enne olandese ha ottenuto la prestazione alla conclusione del turno, scavalcando proprio sulla bandiera a scacchi Daniel Ricciardo con la rediviva Red Bull RB11: l'australiano è terzo a 336 millesimi dalla posizione di testa, segno che la Renault, su un tracciato poco impegnativo per la power unit, deve aver ritrovato una buona base di affidabilità.

Ricciardo è incalzato da Sebastian Vettel con la Ferrari dotata del pacchetto aerodinamico evo che non aveva convinto al debutto di Barcellona. Il tedesco ha portato la Rossa solo a 1'19"134 vale a dire a 384 millesimi da Hamilton, dimostrando che le modifiche apportate alla Ferrari stanno funzionando, mentre è più staccato Kimi Raikkonen che fa più fatica ad adattarsi alla SF15-T evoluta: il finlanese è solo ottavo a quasi sei decimi dal compagno di squadra. Troppo...

La Rossa non ha mostrato con Vettel le incertezze spagnole, anche se è incalzata molto da vicino da Carlos Sainz quinto con la seconda Toro Rosso a poco più di un decimo con il tempo di 1'19"245. Positivo inizio di weekend per Pastor Maldonado con la Lotus E23 Hybrid: il venezualano è sesto con 1'19"454 ed è davanti a Daniil Kvyat con la Red Bull RB11.

Abbiamo detto di Nico Rosberg che non ha cercato la prestazione, ma si è impegnato a lavorare per la corsa, totalizzando 47 giri (due in meno di Lewis): il tedesco non deve sorprendere se è solo nono nella lista dei tempi. Felipe Massa chiude la top ten con la Williams che, come al solito, si nasconde al venerdì.

Fernando Alonso è undicesimo con la McLaren: lo spagnolo ha contenuto il distacco della MP4-30 a poco più di un secondo, mentre Jenson Button ha potuto girare solo nell'ultima mezz'ora perché gli hanno dovuto sostituire il pacco delle batterie. L'inglese è 12esimo, ma staccato di tre decimi dall'asturiano. In difficoltà Force India e Sauber alle prese con la cronica mancanza di carico aerodinamico, mentre l'ultima fila è della Manor con Will Stevens puntualmente davanti a Roberto Merhi con un distacco dalla teorica pole di 4"4.

Prossimo articolo Formula 1
Red Bull: modificata la sospensione posteriore

Previous article

Red Bull: modificata la sospensione posteriore

Next article

Red Bull: Monkey seat con un doppio soffiaggio

Red Bull: Monkey seat con un doppio soffiaggio

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie