Sassi: "Il raffreddamento è uno dei punti critici"

condividi
commenti
Sassi:
Redazione
Di: Redazione , Redazione/Redakteure/Editeurs
26 mar 2015, 20:30

Il capo progettista del motore Ferrari teme l'umidità malese anche se il turbo compensa la minore densità dell'aria

Sassi:

La Ferrari si difende dal caldo: sulla SF15-T sono stati fatti degli adeguamenti solo per assicurare un migliore raffreddamento alla Rossa su una pista come quella di Sepang, dove le temperture e il gradiante di umidità saranno nettamente superiori a quelli della gara del debutto a Melbourne...

“Per quanto riguarda la power unit, Sepang sarebbe un circuito di media difficoltà, ma le alte temperature e soprattutto il livello di umidità rendono il raffreddamento dei vari componenti un fattore critico - ammette Lorenzo Sassi, capo progettista del motore Ferrari  - Fortunatamente il turbo, contrariamente ai motori aspirati, ha la capacità di compensare le avverse condizioni atmosferiche, come la minor densità dell’aria, in modo da non avere impatti negativi sulla performance”.

Non meno importante è l’effetto del clima tropicale malese sui piloti, che corrono dentro uno stretto abitacolo indossando casco e tuta ignifuga: elementi che innalzano ulteriormente la temperatura che deve sopportare chi guida. In una gara come quella di Sepang un pilota può arrivare a perdere fino a quattro litri di liquidi, che solo in parte sono reintegrati con la soluzione di acqua e sali minerali a disposizione dentro la vettura. Un’idratazione adeguata è, infatti, fondamentale affinché il pilota mantenga la lucidità e la concentrazione necessarie per portare a termine la gara.

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen, Sebastian Vettel
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie