Polysil nei cerchi anteriori della Red Bull Racing

condividi
commenti
Polysil nei cerchi anteriori della Red Bull Racing
Di: Franco Nugnes
30 mar 2014, 18:33

Con la nanotecnologia della Nanoprom è possibile migliorare la trasmittanza termica per scaldare le gomme

Le principali squadre del Circus hanno generalizzato l'uso del Polysil anche alle ruote anteriori, mentre l'anno scorso l'utilizzo della nanotecnologia al silicio di colore nero era particolarmente puntata alle ruote posteriori. Nella fotografia di Getty Images è possibile notare durante il pit stop al 28esimo giro di Daniel Ricciardo che i meccanici della squadra di Milton Keynes montano la gomme Pirelli di mescola Hard su cerchi OZ Racing che mostrano la banda nera sia davanti che dietro. Nell'anteriore c'è solo una fascia di Polysil prodotto dalla Nanoprom di Sassuolo, mentre nel posteriore si scorge anche la classica retinatura che per prima è stata introdotta l'anno scorso dalla Mercedes per aumentare il regime turbolento nel cerchio e favorire la trasmittanza termica onde favorire un più rapido riscaldamento delle gomme.
Prossimo articolo Formula 1
La Red Bull sta verificando l'ala di Ricciardo

Articolo precedente

La Red Bull sta verificando l'ala di Ricciardo

Articolo successivo

Taffin: "In Bahrein potremo aumentare le prestazioni"

Taffin: "In Bahrein potremo aumentare le prestazioni"
Carica i commenti