La Red Bull sta verificando l'ala di Ricciardo

condividi
commenti
La Red Bull sta verificando l'ala di Ricciardo
Redazione
Di: Redazione
30 mar 2014, 17:44

Secondo i tecnici di Milton Keynes la rottura potrebbe non essere causata dal cordolo

La Red Bull Racing sta indagando la causa che ha determinato il cedimento dell'ala anteriore sulla RB10 di Daniel Ricciardo: i tecnici della squadra diretti da Adrian Newey, subito dopo la corsa, hanno voluto cercare le cause del cedimento analizzando i pezzi rotti con attenzione. Le immagini televisive, infatti, ci hanno mostrato che l'ala anteriore si sarebbe rotta urtando il cordolo della curva 14, ma gli uomini di Milton Keynes hanno il fondato dubbio che non sia stato sufficiente quel piccolo contatto a determinare la rottura, ma che abbia ceduto l'attacco del pilone al profilo principale, forse, durante il secondo pit stop. Sta di fatto che via radio era stato consigliato anche a Sebastian Vettel di girare al largo dall'insidia di curva 14 per evitare che si potesse ripetere il problema che ha fermato l'australiano, ma nelle prossime ore dovremmo sapere con più precisione cosa è successo effettivamente sulla RB10 che poi è stata costretta al ritiro.
Articolo successivo
Fry: "L'affidabilità Ferrari c'è, ma non basta"

Articolo precedente

Fry: "L'affidabilità Ferrari c'è, ma non basta"

Articolo successivo

Polysil nei cerchi anteriori della Red Bull Racing

Polysil nei cerchi anteriori della Red Bull Racing
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo Acquista adesso
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie