Koba: "Bisogna cambiare i musi, sono pericolosi"

Kamui riapre il caso sulla sicurezza dei nasi dopo lo spavento in Australia a seguito del crash con Massa

Koba:
Ora scende in campo Kamui Kobayashi. Il pilota giapponese della Caterham a Sepang ha voluto far sentire la sua voce sull'incidente che lo ha reso protagonista nel primo giro del Gp d'Australia quando aveva tamponato la Williams FW36 di Felipe Massa per un guasto al brake by wire posteriore. OmniCorse.it aveva preso posizione vedendo le immagini della monoposto di Kamui Kobayashi che si era infilata sotto al diffusore della Williams per effetto del muso basso che è andato a incastrarsi sotto la FW36, riaprendo il caso sulla sicurezza e scatenando molte reazioni contrarie. Il tema, invece, lo ha voluto rilanciare proprio Kamui Kobayashi che invita la FIA a effettuare un'ulteriore analisi sui nuovi musi già messi in discussione da Adrian Newey... "Il problema serio è serio, perché in caso di tamponamento di una monoposto c'è un grosso rischio per il pilota - ammette Kamui - io credo di essere stato fortunato a non essermi fatto male, ma se lo stesso incidente fosse avvenuto a Monza non saprei proprio come sarebbe andata a finire, visto che la velocità della prima curva all'Albert Park non era troppo elevata". Il giapponese si è preoccupato dopo aver rivisto il filmato del suo crash: "Il naso del muso si è infilato sotto alla Williams, sollevando il retrotreno di Massa: con una maggiore velocità poteva finirmi in faccia. Il problema va affrontato seriamente: dobbiamo fare qualcosa per cambiare i regolamenti".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kamui Kobayashi
Articolo di tipo Ultime notizie