Montezemolo prepara l'addio dalla Ferrari?

Montezemolo prepara l'addio dalla Ferrari?

Il presidente del Cavallino è dato partente e al suo posto potrebbe arrivare ad interin Sergio Marchionne

Domani potrebbe essere il giorno della verità: Luca di Montezemolo dovrebbe essere a Monza per seguire le qualifiche della Ferrari. Ufficializzerà la sua uscita dalla Ferrari o smentirà le chiacchiere?. Nelle ultime ore le anticipazioni che vogliono il Presidente del Cavallino pronto a chiudere un lungo capitolo della storia di Maranello stanno diventando sempre più concrete.

E il Gp d'Italia potrebbe essere l'ultimo per Luca di Montezemolo che è dato in partenza per un ruolo di spicco in Alihad: sembra sempre più probabile che ci possa essere una svolta importante per il presidente della Ferrari e la decisione potrebbe essere presa l'11 settembre quando si riunirà il CDA della Ferrari.

"Non so, ho sentito solo indiscrezioni ma niente da lui - ha detto Fernando Alonso - . Se un giorno accadrà che deve andare parleremo. In cinque anni ho avuto sempre lui come presidente, come mano destra. Se accadrà, sarà tutta una novità. Sabato, quando Montezemolo sarà all'autodromo magari ne sapremo di più".

Sembrano esserci pochi dubbi su chi potrebbe essere il nuovo capo del Cavallino: pare che potrebbe avocare a sé il ruolo di presidente Sergio Marchione per un ruolo ad interim, in modo tale da avere il tempo per disegnare il nuovo scenario a Maranello. Ovviamente l'uomo di punta della FCA non potrà occuparsi della Ferrari a tempo pieno, per cui dovrebbe toccare ad Amedeo Felisa dare continuità alle strategie di un marchio che sta ampliando le sue aree di influenza sul mercato, pur avendo limitato i numeri di produzione. Se il prodotto regala soddisfazioni, è la Formula 1 a dare molti dispiaceri: la Scuderia, infatti, non ha ancora vinto un Gp quest'anno e rischia di rivivere lo spettro del 1993, l'ultima stagione senza successi delle Rosse. Un ruota che gira dopo 21 anni!

Felisa è stato recentemente confermato nel suo ruolo di CEO, anche se l'abile Amedeo sarebbe da qualche anno in età di pensione. Sarebbe lui l'uomo della continuità e toccherà proprio a Felisa traghettare la Ferrari dall'era di Luca di Montezemolo a quella della nuova gestione FIAT.

Si era parlato di John Elkann e Andrea Agnelli come papabili presidenti, ma è crescono le quotazioni di Harald Wester, rispetto agli altri nomi della galassia di Marchionne come Alfredo Altavilla e Eugenio Razelli.

E sarà interessante capire quali potranno essere i riflessi anche sul Reparto Corse che è affidato a Marco Mattiacci: aspettiamoci degli importanti cambiamenti nella pianta organica anche nella Gestione Sportiva, perché l'obiettivo del manager romano è riportare il Cavallino a vincere i Gp. Il più in fretta possibile...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie