Monza, Libere 3: Hamilton, poi c'è subito la Ferrari!

Monza, Libere 3: Hamilton, poi c'è subito la Ferrari!

Alonso precede il temibile Bottas. Rosberg bloccato da un problema al cambio come Perez

I tifosi della Ferrari cominciano concretamente a sperare: la F14 T è vicina alla Mercedes W05 Hybrid di Lewis Hamilton che è stato il più veloce nel terzo turno di prove libere del Gp d'Italia con il tempo di 1'25"519 ottenuto proprio alla conclusione della sessione. L'inglese, che ha ottenuto anche la velocità massima più alta (352 km/h), ha preceduto di 412 millesimi Fernando Alonso che è stato accolto nel box del Cavallino con un grande abbraccio del presidente Luca di Montezemolo, giunto nel paddock per caricare la squadra di Maranello, fiutando che potrebbe essere un weekend positivo per la Rossa.

L'ultimo turno delle libere ha portato nove piloti racchiusi in appena un secondo: nella lista dei tempi manca Nico Rosberg, ma il tedesco non ha un rilievo cronometrato perché ha accusato un serio problema alla trasmissione. I tecnici della squadra di Brackley hanno smontato il cambio nella speranza di riuscire a riparare la parte elettronica che sarebbe andata in crisi, bloccando il leader del mondiale. La speranza in casa Mercedes è di ripristinare la trasmissione senza dover ricorrerre alla sostituzione (c'è un commissario tecnico FIA che segue ogni operazione) che costerebbe a Nico cinque posizioni sulla griglia di partenza di domani.

La terzo piazza mette in evidenza Valtteri Bottas che mostra il potenziale della Williams: il finlandese coglie un buon 1'26"090 che lo pone davanti al compagno di squadra, Felipe Massa, staccato di appena 24 millesimi di secondo. La squadra di Grove sta uscendo allo scoperto, candidandosi come le vera sfidante in qualifica delle frecce d'argento.

Positiva la prestazione di Jenson Button con la McLaren: l'inglese è quinto con 1'26"242 ed è stato uno dei pochi che è riuscito a chiudere due giri da qualifica con la stessa gomma Medium, anche se oggi, rispetto a ieri, le temperature sono salite (37 gradi dell'asfalto e 23 dell'aria).

Sebastian Vettel è sesto con la Red Bull RB10: il tedesco paga sette decimi dalla vetta e sono decisamente troppo per sperare che il team di Milton Keynes possa ambire ad un altro successo dopo quello imprevisto di Spa.

Kimi Raikkonen, che è stato a lungo terzo dietro a Fernando Alonso, è scivolato alla settima piazza, ma non è stato impegnato nelle ultime fasi quando i migliori hanno riprovato la qualifica.

In ripresa Daniil Kvyat con la Toro Rosso: il russo è rientrato nella top ten, anche se ha cambiato la sesta power unit Renault e sarà costretto a cedere dieci posizioni in griglia di partenza. Ancora in difficoltà Daniel Ricciardo con la seconda Red Bull RB10: l'australiano è solo nono, con nove decimi da recuperare sulle W05 Hybrid.

Nei dieci è entrato anche Nico Hulkenberg con la migliore Force India, davanti a Kevin Magnussen (McLaren) e Esteban Gutierrez (Sauber). Problemi per Sergio Perez, 13esimo con la seconda Force India: il messicano si è dovuto fermare fra le due curve di Lesmo per la rottura del cambio.

E' giusto seganalare il 15esimo tempo di Jules Bianchi con la Marussia ormai costantemente davanti alle Lotus in grave crisi sul velove di Monza...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Lewis Hamilton , Valtteri Bottas
Articolo di tipo Ultime notizie