Red Bull: prosegue la ricerca aerodinamica

Red Bull: prosegue la ricerca aerodinamica

Sulla RB9 sono riapparsi i "rastrelli" utili a raccogliere dati funzionali alla monoposto del 2014

La Red Bull Racing non ha sprecato nemmeno la sessione bagnata del primo turno di prove libere del Gp del Brasile. La squdra di Milton Keynes ha riempito la RB9 di sensori per analizzare l'andamento dei flussi nonostante la pioggia: sono apparsi dei "rastrelli" appositamente realizzati sia dietro alla ruota posteriore sinistra che a quella anteriore dello stesso lato. Sulla paratia dell'ala si nota un raccoglitore di dati. Adrian Newey voleva analizzare il comportamento della monoposto con le gomme Pirelli 2014, per vedere quali implicazioni aerodinamiche avrebbero dato nel disegno della spalla, pur dovendo rinunciare l'anno prossimo alla portata degli scarichi soffianti. La pioggia ha in parte vanificato il lavoro, ma il tecnico inglese ha chiesto a Sebastian Vettel di affettuare un giro con lo slick 2014 ed è stato l'unico a raccogliere dei dati che saranno utili a deliberare alcune soluzioni sulla macchina del prossimo anno che è già in fase di gestazione...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Brasile
Circuito Interlagos
Piloti Mark Webber , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie