Suzuka, Libere 3: Sbatte Hamilton, svetta Rosberg

Suzuka, Libere 3: Sbatte Hamilton, svetta Rosberg

Lewis urta alla curva 1, ma le due Mercedes dominano. Alonso è ottimo terzo. Problemi per Raikkonen e Vettel

Il Circus è scosso dalla notizia di Sebastian Vettel che ha ufficializzato l'uscita dalla Red Bull Racing alla fine della stagione, candidandosi al volante della Ferrari di Fernando Alonso, mentre Daniil Kvyat viene promosso dalla Toro Rosso alla squadra di Milton Keynes.

La terza sessione di prove libere del Gp del Giappone mette in evidenza Nico Robserg che risulta il più veloce con un tempo di 1'33"228: il tedesco è l'unico a sfondare con le gomme Pirelli  Medium il muro dell'1'34", visto che Lewis Hamilton è finito contro le barriere della curva 1 all'inizio dell'11esimo giro.

L'inglese è arrivato lungo in frenata e, nonostante la lunga via di fuga in asfalto, non è riuscito a evitare il contatto con le barriere, sbattendo violentemente con la l'anteriore. Il leader del mondiale ha danneggiato la sospensione anteriore sinistra (che dovrebbe essere riparata in tempo per le qualifiche), ma Hamilton non ha avuto modo di provare la qualifica con le Pirelli Medium. Il britannico, pur commettendo un grave errore, che potrebbe avere gravi conseguenze nella lotta per il mondiale piloti, è secondo nella tabella dei tempi con 1'34"210, ad un secondo dalla prestazione del compagno di squadra.

L'inseguitore più accreditato è Fernando Alonso, per niente disturbato dai condizionamenti che arrivano dall'addio di Vettel dalla Red Bull Racing: lo spagnolo è terzo con un giro perfetto sulla Ferrari, anche se il distacco dalla W05 Hybrid sembra incolmabile. La F14 T è staccata di 1"2 dalla posizione di vertice, ma resta la seconda forza a Suzuka, di poco davanti alle due Williams che sono molto temibili: Felipe Massa all'ultimo giro è riuscito a mettersi davanti a Valtteri Bottas, rifilando mezzo secondo al compagno di team, ma in condizioni diverse.

Daniel Ricciardo con la migliore Red Bull Racing è soltanto sesto con la RB10: l'australiano è addirittura a 1"8 da Nico Rosberg perché ha avuto dei problemi tecnici. Niente di paragonabile con quelli di Sebastian Vettel che ha accusato l'ennesimo guaio alla parte ibrida della power unit Renault: il campione del mondo spera di poter entrare in qualifica visto che si è resa necessaria la sostituzione dell'unità che richiede un paio di ore.

E' andata allo stesso modo anche a quello che sarà il suo compagno di squadra l'anno prossimo: Kimi Raikkonen, infatti, ha rotto il motore dopo appena cinque giri. I tecnici del Cavallino stanno sostituendo l'unità con un'altra già usata per cui il finlandese non dovrà pagare delle penalità in griglia: il ferrarista è solo dodicesimo nella sessione. 

Kevin Magnussen è settimo con la McLaren a due decimi dalla Red Bull Racing, davanti alle due Toro Rosso con Jean-Eric Vergne che ha preceduto Daniil Kvyat. Problemi per le Lotus che finiscono lunghe alla curva 1 sia con Romain Grosjean sia con Pastor Maldonado.

Da segnalare che a Suzuka è scesa la temperatura e il differenziale fra le due mescole di gomme Pirelli con la Medium nettamente più performante della Hard.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Nico Rosberg , Matthew Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie