La Pirelli prevede una tattica con tre soste in gara

La Pirelli prevede una tattica con tre soste in gara

C'è un secondo fra le hard e le soft, gomme di mescole non attigue. E se domenica piovesse?

Di ritorno in Europa, lo pneumatico P Zero Yellow soft – selezionato per la prima volta in questa stagione in abbinamento con il P Zero Silver hard – ha fatto registrare oggi il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere a Barcellona, valide per il Gp di Spagna. Jenson Button è stato il pilota più veloce nella seconda sessione del pomeriggio, con un tempo di 1'23"399 fissato sulle gomme morbide. Alte temperature e scarsa umidità hanno caratterizzato entrambe le sessioni, consentendo ai piloti di provare le mescole slick proprio nelle condizioni che verosimilmente si registreranno domani durante le qualifiche, mentre per la gara domenicale è prevista, al momento, pioggia. I team hanno verifciato i livelli di usura e degrado delle gomme con diversi carichi di carburante, e hanno cercato il miglior set-up per la strategia di gara. Per la prima volta quest’anno, le due soluzioni P Zero portate da Pirelli ad un Gp non sono contigue nella gamma slick. Con una differenza di tempo sul giro di poco meno di un secondo tra le due mescole soft e hard, le strategie adottate delle squadre saranno ancora più importanti ai fini della gara. Di qui la grande attenzione ai dati raccolti dalle squadre durante le prove libere di oggi. Durante la sessione mattutina i Team si sono concentrati esclusivamente sul P Zero Silver hard, prima di spostare la propria attenzione verso i P Zero Yellow soft, protagonisti del pomeriggio. Il miglior tempo del mattino è stato di 1'24"754 stabilito da Fernando Alonso al volante della sua Ferrari. Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato: "Il circuito di Barcellona è famoso per l’elevato degrado degli pneumatici, dovuto soprattutto alle molte curve lunghe e veloci come la curva tre e, sebbene i team abbiano ancora molti dati da analizzare, sembra che l'orientamento sia per una strategia a tre soste. Tuttavia, con un divario maggiore del solito tra i due pneumatici nominati, sia in termini di mescola sia in termini di prestazioni, sarà possibile assistere a strategie molto diversificate che riserveranno grandi sorprese. E, ovviamente, se dovesse materializzarsi la pioggia che alcuni prevedono per domenica, l’esito della gara sarà del tutto aperto. Con molte squadre che hanno apportato cambiamenti alle proprie vetture, è come se qui in Spagna avessimo appena iniziato la stagione”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie