GP del Bahrain: rischio tempesta di sabbia per domenica

Le previsioni meteo stanno mettendo in allerta il Circus: venerdì e sabato sarà caldo e bello, mentre domenica la temperatura dovrebbe scendere di una decina di gradi per un forte vento che porterà la sabbia dal deserto. Il discorso vale anche per la MotoGP che sarà di scena in Qatar.

GP del Bahrain: rischio tempesta di sabbia per domenica

Se il mondiale di F1 2021 sarà come le previsioni meteo, allora prepariamoci ad un’annata molto particolare. In Bahrain, per fortuna, non c’è il rischio della pioggia, ma il problema maggiore è quello del vento che può trasformare un normale weekend di gara in un tormentato fine settimana caratterizzato da una tempesta di sabbia.

Venerdì e sabato non ci saranno problemi con bel tempo e caldo e con temperature variabili dai 20 gradi della notte fino ai 34 gradi di massima, ma le cose sono destinate a cambiare proprio per la domenica con un picco di appena 24 gradi e un forte vento che potrebbe condizionare pesantemente la gara per la presenza della sabbia sulla pista.

Ricordiamo che nei test collettivi che si sono svolti a Sakhir dal 12 marzo, nel pomeriggio si scatenò una tempesta di sabbia che costrinse in certe fasi i piloti a non prendere la pista. Si tratta di un’eventualità che potrebbe ripetersi anche se non con la violenza di due settimane fa e non dovrebbe causare delle difficoltà nel normale svolgimento del GP.

Nel paddock c’è già chi fa dell’ironia cercando di capire chi potrebbe trarre vantaggio da questa situazione e chi, al contrario, potrebbe risentirne. La Ferrari che ha sofferto il surriscaldamento delle gomme nei test potrebbe beneficiare da un sensibile calo delle temperature, mentre a temere il vento potrebbe essere la Mercedes che ha sofferto le folate con la sua aerodinamica molto sensibile ai colpi di aria improvvisi.

condividi
commenti
Podcast: Perez, GP di Sakhir. Quando una vittoria cambia la vita
Articolo precedente

Podcast: Perez, GP di Sakhir. Quando una vittoria cambia la vita

Articolo successivo

Alonso e Raikkonen: gli ultimi... V10 della Formula 1

Alonso e Raikkonen: gli ultimi... V10 della Formula 1
Carica i commenti