Vettel vince in Corea e va in testa al mondiale!

Vettel vince in Corea e va in testa al mondiale!

Doppietta Red Bull davanti ai due ferraristi con Alonso davanti a Massa. Raikkonen quinto con la Lotus

Sebastian Vettel vince la terza gara di seguito (la quarta del 2012) e si porta in testa al mondiale per la prima volta in questa stagione. Il tedesco della Red Bull Racing cogliendo il Gp di Corea a Yeongam (il 25esimo della carriera), mette sei punti fra la sua RB8 e la Ferrari di Fernando Alonso che si deve accontentare del terzo posto. Il team di Milton Keynes coglie una importante doppietta (la prima del campionato 2012) con il poleman Mark Webber, fedele scudiero del campione del mondo, che è stato scavalcato alla prima curva. La RB8 dotata di Super DRS e nuova carrozzeria nell'area degli scarichi ha mostrato quella superiorità tecnica che rischia di ammazzare il camionato piloti qando mancano quattro Gp alla fine: Mark Webber ha siglato anche il giro più veloce alla penultima tornata in 1'42"037. Fernando Alonso sale sul podio e si difende come può con una Ferrari che non è parsa particolarmente brillante nella seconda parte della gara, quando il compagno di squadra, Fernando Massa, è stato "costretto" a ridurre il passo. E' evidente che lo spagnolo non aveva la macchina in ordine, perché la Ferrari giusta l'ha avuta Felipe Massa. A Maranello devono sfornare qualcosa di nuovo se vogliono sperare di arginare l'ascesa di Vettel che sembra in caccia del terzo titolo di seguito. Felipe Massa, quarto, ha dimostrato di essere molto utile alla causa: è diventato molto consistente e aiuta la squadra del Cavallino a conquistare il secondo posto nel campionato Costruttori a danno della McLaren (290 punti contro 284 del team di Woking!). Lewis Hamilton, subito il sorpasso da Alonso nel primo giro, ha vissuto una gara travagliata: il decimo posto non ripaga il suo impegno, ma l'inglese ha vissuto una corsa tormentata da problemi sulla Mp4-27 (calo di down-force e usura delle gomme). Addirittura è andato a prendere un pezzo di erba sintetica che si era strappata all'esterno di una curva e se l'è portata fino al traguardo sventolandola come una bandiera attaccata al deviatore di flusso destro. Tutti hanno evitato accuratamente quel punto (sono stati avvisati dai box) tranne Lewis che, evidentemente, non si voleva accontentare di un misero punticino iridato. Subito fuori gioco Jenson Button colpito da Kamui Kobayashi nelle prima battute: il giapponese ha fatto strike toccando prima la Mercedes di Nico Rosberg e poi la McLaren, costringendole entrambe al ritiro. Kimi Raikkonen, al debutto con la Lotus dotata degli scarichi con l'effetto Coanda, coglie il quarto posto che lo mantiene al terzo posto assoluto del campionato, anche se è l'unico fra i piloti di testa a non aver vinto un Gp: il finlandese è molto costante nelle prestazioni e sfrutta al massimo il potenziale della E20 che non è più un fulmine nelle ultime battute di gara. Cresce Nico Hulkenberg ottimo sesto con la Force India: il tedesco sembra aver preso il sopravvento sull'opaco di Resta (lo ha superato al 12. posto della classifica piloti). Lo scozzese sta vivendo un momento difficile: vedere chiudersi la porta Ferrari per il 2013 (è attesa l'ufficializzazione di Massa) e rischia di non approdare alla Mercedes nel 2014. Troppo per un giovane di talento... Hulkenberg ha lottato duramente con Romain Grosjean (Lotus): il francese ha evitato in tutti i modi ogni occasione che potesse trasformarsi in un contatto ed è parso chiaramente "frenato". Non è il suo modo di correre, ma forse ha capito la "lezione". Buon segno... Molto positiva la prestazione delle due Toro Rosso, ottava con Jean-Eric Vergne e nona con Daniel Ricciardo: la squadra di Faenza ha ritrovato una consistenza della STR-07 e i due giovani piloti hanno dato un saggio delle loro capacità evitando gli errori. Deludente la Sauber: Sergio Perez contava di allungare il primo stint nella speranza di risparmiare una sosta, ma ha capito in fretta che non era possibile. Kamui Kobayashi si è meritato un drive through per l'incidente nel primo giro e poi è subito uscito di scena. Male anche la Mercedes: il tredicesimo posto di Michael Schumacher è poca cosa per una squadra che l'anno prossimo conta di lottare per il titolo mondiale... FORMULA 1, Yeongam, 14/10/2012 Classifica finale Gp di Corea 1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 55 giri 2. Mark Webber - Red Bull-Renault - +8"2 3. Fernando Alonso - Ferrari - +13"9 4. Felipe Massa - Ferrari - +20"1 5. Kimi Raikkonen - Lotus-Renault - +36"0 6. Nico Hulkenberg - Force India-Mercedes - +45"3 7. Romain Grosjean - Lotus-Renault - +54"8 8. Jean-Eric Vergne - Toro Rosso-Ferrari - +1'09"5 9. Daniel Ricciardo - Toro Rosso-Ferrari - +1'11"7 10. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes - +1'19"6 11. Sergio Perez - Sauber-Ferrari - +1'20"0 12. Paul di Resta - Force India-Mercedes - +1'24"4 13. Michael Schumacher - Mercedes - +1'29"2 14. Pastor Maldonado - Williams-Renault - +1'34"9 15. Bruno Senna - Williams-Renault - +1'16"9 16. Vitaly Petrov - Caterham-Renault - +1 giro 17. Heikki Kovalainen - Caterham-Renault - +1 giro 18. Timo Glock - Marussia-Cosworth - +1 giro 19. Charles Pic - Marussia-Cosworth - +2 giri 20. Narain Karthikeyan - HRT-Cosworth - +2 giri Giro più veloce: il 54esimo di Mark Webber in 1'42"037 La classifica del Mondiale Piloti: 1. Vettel 215; 2. Alonso 209; 3. Raikkonen 167; 4. Hamilton 153; 5. Webber 152; 6. Button 131; 7. Rosberg 93; 8. Grosjean 88; 9. Massa 81; 10. Perez 66; 11. Kobayashi 50; 12. Hulkenberg 45; 13. di Resta 44; 14. Schumacher 43; 15. Maldonado 33; 16. Senna 25; 17. Vergne 12; 18. Ricciardo 9. La classifica del Mondiale Costruttori: 1. Red Bull-Renault 367; 2. Ferrari 290; 3. McLaren-Mercedes 284; 4. Lotus-Renault 255; 5. Mercedes 136; 6. Sauber-Ferrari 116; 7. Force India-Mercedes 89; 8. Williams-Renault 58; 9. Toro Rosso-Ferrari 21.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber , Fernando Alonso , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie