Vettel: "Sto litigando con la macchina"

Il quattro volte campione del mondo ha dovuto abbassare il capo di nuovo per fare passare il compagno Ricciardo

Vettel:
Sebastian Vettel sta attraversando il periodo più difficile della sua carriera di pilota di Formula 1. Il quattro volte campione del mondo è quinto nel mondiale piloti con 33 punti e precede il suo compagno di squadra, Daniel Ricciardo, al quale anche domenica a Shanghai ha dovuto cedere la posizione per rispettare un ordine di squadra. Il tedesco, però, non riesce ad avere il passo dell’australiano con la RB10, avendo pagato sette decimi dal collega nel giro più veloce… ”All’inizio non avevo capito il senso dell’ordine di scuderia – ammette Vettel – perché stavamo montando le stesse gomme, a differenza del Bahrein, e allora ho provato a resistere finché non ho ricevuto la chiamata dal muretto dei box, poi mi sono fatto da parte. Non sapevo che Daniel stesse correndo con una strategia diversa su due soste, mentre io ero partito per fare tre pit stop. Anche noi poi abbiamo cambiato tattica allungando lo stint per concludere la corsa con due soste soltanto. Non avevo il ritmo per fare una gara più aggressiva: dobbiamo capire perché c’è stato un distacco di quasi 21 secondi da Daniel…”. Non è certo soddisfatto di questa Red Bull Racing? ”Beh, io non sono ancora dove vorrei essere: in sostanza sto combattendo con la macchina. Una volta mi sembra che si stia facendo un passo avanti ma quella dopo si fa un passo indietro. Speriamo che si sia imboccata la strada giusta. In generale, non sono scontento del risultato di Shanghai…”. La RB10 non è più la regina del mondiale… ”Conosciamo i nostri punti deboli che non riguardano le curve. All'inizio del Gp non ho avuto la possibilità di difendermi da Fernando, sebbene abbia fatto un’ottima partenza che mi ha portato al secondo posto, ma ho capito subito che non avevo il passo per tenere l’andatura di Lewis. Poi non ho capito quello che mi stava succedendo: ero molto lento con le gomme Medium”. Non è certo un bel segnale… ”Di sicuro sto vivendo un periodo non facile: oggi non possiamo competere con la Mercedes, ma il campionato non è affatto finito, anche se la stagione sarà molto dura. Disponiamo di un gran telaio, ma bisogna ottenere più potenza dal motore”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie