Red Bull: nuove prese d'aria dei freni anteriori

condividi
commenti
Red Bull: nuove prese d'aria dei freni anteriori
Di: Giorgio Piola
18 apr 2014, 06:38

Sulla RB10 prosegue l'incessante sviluppo sulla monoposto curata da Adrian Newey

Il circuito di Shanghai propone il rettilineo più lungo del mondiale e la staccata più impegnativa con una decelerazione che può arrivare a 5g richiedendo un carico del pedale di 139 kg e uno spazio di frenata di 139 metri che si effettua in 2"84, passando da una velocità di 329 km/h delle Mercedes W05 a 58 km/h. Pur essendo quello cinese un tracciato meno difficile di quello del Bahrein, è importante avere un impianto frenante efficace: la Red Bull Racing ha portato nelle libere del quarto Gp stagionale una nuova presa dei freni anteriori molto vistosa che è divisa in tre canalizzazioni distinte. L'orecchio in carbonio evidenzia anche tre flap nella parte superiore che servono a raddrizzare i flussi influenzati dai bracci delle sospensioni. Si noti il disco in carbonio che mostra fori di raffreddamento di grande diametro, andando in controtendenza di quelli del tipo "mille buchi". Sulla RB10 lo sviluppo portato avanti da Adrian Newey è incessante: la squadra di Milton Keynes sta producendo il massimo sforzo per risalire la china dopo un avvio di campionato poco soddisfacente. I tecnici della Red Bull Racing sono stati costretti a fresare la presa perché sfregava contro la gomma...
Prossimo articolo Formula 1
Shanghai, Libere 1: Alonso stupisce con la F14 T!

Articolo precedente

Shanghai, Libere 1: Alonso stupisce con la F14 T!

Articolo successivo

La Williams carena lo scarico e apre le feritoie

La Williams carena lo scarico e apre le feritoie
Carica i commenti