Red Bull: nel posteriore provata l'ala più scarica

Red Bull: nel posteriore provata l'ala più scarica

Tre soffiature nella paratia laterale, niente Monkey seat e flap mobile con minore incidenza

Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat hanno dovuto rinunciare a 36 minuti della seconda sessione di prove libere nel Gp della Cina perché la loro Red Bull Racing era smontata nei box priva del cofano motore e dell'alettone posteriore. Il pilota australiano ha dovuto aspettare che venisse allestita una configurazione più scarica nel retrotreno, per cercare di migliorare le velocità massime sul lungo rettilineo di Shanghai. Nell'immagine Effe 1 Tech si può osservare la paratia laterale con solo tre soffiature orizzontali in luogo delle quattro utilizzate da Daniil Kvyat e la mancanza del Monkey seat che, invece, il russo ha utilizzato. Anche il flap mobile ha una minore incidenza: Daniel è arrivato a toccare i 316 km/h, un valore che non è comparabile con i323,4 conseguiti da Pastor Maldonado con la Lotus.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Ultime notizie