Marko: "Useremo il muso corto da Barcellona"

La Red Bull in attesa dei 40 cv promessi dalla Renault, prepara un nuovo pacchetto aerodinamico

Marko:

Daniel Ricciardo sarebbe stato doppiato nel Gp della Cina da Mercedes e Ferrari se negli ultimi giri non fosse entrata in pista la safety car: la Red Bull Racing prosegue la sua crisi perché il bottino di un punticino iridato non soddisfa la voracità della squadra di Milton Keynes, che è scivolata al quinto posto nella graduatoria dei Costruttori, alle spalle della Sauber e incalzata solo da un punto dalla Toro Rosso. Daniil Kvyat si è ritirato con il retrotreno in fumo segno che qualcosa nella meccanica della Renault si era cotta. 

Dopo la minaccia di Dietrich Mateschitz di lasciare la F.1 se non arriveranno gli attesi risultati, la squadra di Milton Keynes prepara una pronta reazione. Helmut Marko ha parlato di un'evoluzione del motore che dovrebbe assicurare circa 40 cavalli alla power unit: "Per ora li vedono al banco prova a Parigi - ha commentato l'austriaco - ma in pista scompaiono".

La Red Bull Racing ha in programma di far debuttare un nuovo pacchetto aerodinamico in occasione del Gp di Spagna, quando si vedrà finalmente l'atteso muso corto che ha più volte fallito la prova di crash test frontale.
"Dobbiamo tenere duro in Bahrein e poi a Barcellona faranno il loro debutto le novità con un'ala di nuovo concetto e un muso corto tipo Williams che non siamo riusciti a omologare, per cui finora abbiamo usato una soluzione intermedia".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo , Daniil Kvyat
Articolo di tipo Ultime notizie