Fernley: "L'accordo sul quinto motore non è definito"

Il manager della Force India rivela a Motorsport.com che i team aspettano la proposta dei motoristi

Fernley:

C'è chi forse ha messo i carri davanti ai buoi: l'accordo sul quinto motore che ogni pilota potrebbe usare nella stagione 2015 non è ancora stato definito. In Malesia il tema è stato argomento di discussione nello Strategy Group, ma nessuna proposta è stata portata ufficialmente alla FIA.

Anche se i team principal a Sepang hanno concordato una linea di principio, va formalizzata una proposta che permetta alle squadre di fare girare le monoposto nelle prove libere del venerdì, evitando di centellinare il chilometraggio per proteggere la durata delle loro power unit.
"Quello che ho capito - ha detto Bob Fernley, vice team principal della Force India a Motorsport.com - è che il piano sarà presentato dai motoristi e verrà discusso nel prossimo Strategy Group che si riunirà a metà di maggio ma sono d'accordo se si cercherà di trovare un accordo prima. L'importante è essere proattivi e non reattivi. Il problema rischia di acuirsi verso la fine della stagione per cui va trovata una soluzione entro metà campionato".

Fernley, però, è fermamente convinto che la power unit supplementare si debba usare solo nelle prove libere del venerdì:
"La proposta è stata molto chiara: garantire agli spettatori presenti sulle tribune il venerdì uno spettacolo adeguato. Perciò abbiamo a che fare solo con le prove libere e non con tutto il fine settimana di gara".

Il manager della Force India aggiunge che i team non saranno obbligati a utilizzare la quinta unità, perché c'è un aspetto legato ai costi aggiuntivi che andrebbero a carico dei team clienti.
"I Costruttori stanno valutando come affrontare la situazione. Dovremo aspettare la loro proposta per giudicarla".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie