Marchionne: "Dobbiamo semplificare le regole dei Gp"

Marchionne: "Dobbiamo semplificare le regole dei Gp"

Il presidente Ferrari si augura che la Rossa possa battere le Mercedes e si aspetta una gran rimonta di Vettel

Sergio Marchionne è arrivato a Montrea da Venezia attravero gli Stati Uniti. Ha incontrato Bernie Ecclestone per parlare del futuro della F.1, ma il Presidente vuole vedere dal vivo cosa è in grado di fare questa Ferrari che gli ha promesso tre vittorie nell’arco della stagione.

La SF15-T sta soddisfacendo le sue aspettative?
"Il lavoro che è stato svolto da quando siamo entrati io e Maurizio è stato eccezionale. Non c’è niente da rimpiangere. Ci sono state molte speculazioni al riguardo, ma la realtà è che la macchina a ottobre non era pronta, quando siamo arrivati noi. È stato fatto un lavoro incredibile dai ragazzi; tutti i passi avanti che facciamo di Gp in Gp sono quasi miracolosi, perché c’è un impegno straordinario da parte della squadra per far crescere la monoposto. Sfortunatamente ieri c’è stato questo problema alla centralina; stavo guardando le qualifiche in televisione prima di partire. È stato veramente un peccato. Vediamo oggi quale sarà l'apporto degli aggiornamenti che abbiamo portato qui".

Qual è il futuro di Raikkonen?
“Ieri abbiamo visto un grande Kimi. Intanto togliamoci il piacere di vederlo correre, lui e Seb sono una ottima coppia sono amici, collaborano. Oggi vedremo anche un grande Vettel, sono sicuro che farà una bella rimonta".

Quando pensa si possa battere la Mercedes?
"Spero già oggi. Poi quando succede, succede".

Cosa deve cambiare la F.1 per essere di nuovo attrattiva?
"Stiamo cercando di semplificare il tutto, perché ovviamente questo è uno sport che deve evolvere. Il nostro obiettivo è quello di riportare la gente sulle tribune e fare in modo la F.1 torni a macinare soldi, altrimenti i team non campano. Per farlo occorre restituire semplicità alle regole. Purtroppo si è costruito un castello di norme complesse in passato per difendere le proprie posizioni di dominio, anche la Ferrari lo ha fatto. Ma questi periodi poi finiscono: guardate la Mercedes, l’anno scorso ha sorpreso tutti, noi per primi. Penso ci sia disponibilità da parte di Todt e Ecclestone a guardare alla Formula 1 in una maniera razionale e cercare di trovare una base per andare avanti. Gli impegni che stiamo prendendo per quanto riguarda lo sviluppo della macchina nel 2017 saranno fondamentali".

Qual è la sua posizione sul ritorno dei rifornimenti? Charlie Whiting e i team manager si sono dichiarati contrari…
"Io resto favorevole. Questo è il loro parere poi ce la vedremo in Commissione. Qualsiasi cosa aumenti la variabilità del risultato è importante”.

Non teme per la sicurezza?
“Ma no, ormai riusciamo a controllare la pressione del carburante. Poi abbiamo visto scene particolari come quando noi siamo partiti con il tubo attaccato alla macchina, ma questo lo facciamo solo per ragioni di spettacolo, non tecniche".

Qual è la sua posizione su Monza e il Gp d'Italia?
"Non mancherà nel calendario. Una promessa? Per quel che mi riguarda, Monza non verrà meno. Poi bisognerà intervenire su Bernie".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie