Hamilton domina in Canada, Raikkkonen ottimo terzo

Hamilton domina in Canada, Raikkkonen ottimo terzo

L'inglese centra la 44esima pole e lascia Rosberg a tre decimi. Vettel partirà solo 15esimo

Lewis Hamilton coglie la 44esima pole della sua carriera nelle qualifiche del Gp del Canada con la Mercedes W06 Hybrid. L'inglese cancella una serie di errori rimediati nelle prove libere (troppi per il campione del mondo) e rifila una "bastonata" a Nico Rosberg con un fantastico tempo di 1'14"393, che mette il compagno di squadra ad un distacco di tre decimi, centrando la sesta partenza al palo, contro una del tedesco. Quando bisogna fare sul serio Lewis trova la concentrazione e disintegra qualsiasi avversario con una sorprendente facilità, come se fosse stato un altro quello che ha guidato la freccia d'argento ieri e questa mattina. Nico si è lamentato della mancanza di grip nel posteriore e la squadra di Brackley sembra aver individuato cosa ha bloccato il tedesco.

Eccellente la prestazione di Kimi Raikkonen che ha portato la Ferrari in seconda fila con la terza posizione: il finlandese si è caricato sulle spalle tutta la responsabilità del team di Maranello dopo i guai che hanno fermato Sebastin Vettel. "Iceman" ha messo la SF15-T a meno di tre decimi dalla Mercedes di Nico Rosberg, dopo essere stato il più veloce nella simulazione di gara di ieri nelle prove libere. L'iniezione di cavalli del motore 059/4 Evoluzione, frutto dei tre gettoni giocati in Canada, sono serviti a riportare Raikkonen in una posizione dignitosa in qualifica.

C'è da domandarsi dove avrebbe potuto arrivare Sebastian Vettel se non avesse dovuto fare i conti con un grave problema alettronico alla centralina della MGU-H in Q1. Il tedesco, dopo il rapido reset fatto ai box, ha tentato la qualificazione con le gomme Super soft, ma la perdita di potenza è stata tale da rendere Seb il primo degli esclusi. Una mazzata alle ambizioni del Cavallino rampante, visto che il quattro volte campione del mondo scatterà 15esimo in griglia di partenza.

La seconda fila è stata completata da Valtteri Bottas con la Williams in ripresa dopo la debacle di Monte Carlo: il giovane finlandese è arrivato ad appena 88 millesimi di secondo dal più esperto connazionale di Maranello.

Ma il gruppo è molto serrato perché dietro alla FW37 ci sono due Lotus con Romain Grosjean davanti a Pastor Maldonado. I due conduttori diretti da Federico Gastaldi sono animati da una rivalità molto forte, che si è vista già all'uscita dei rispettivi box: ci mancava che si toccassero ancora prima di entrare in pista! Il loro comportamentp è stato inspeigabile fra due compagni di squadra. Dovranno chiarirsi in serata, altrimenti ci sarà una seconda puntata domani...

In crescita anche le Force India che hanno messo entrambe le vetture nella top ten: Nico Hulkenberg è settimo anche se staccato di oltre un secondo dalle Mercedes, mentre Sergio Perez ha concluso decimo. Va sottolineato che ci sono sette power unit della stella a tre punte nei primi dieci, a dimostrazione della consistenza delle unità realizzate a Brixworth.

Sono rimasti fuori dalla Q3 le due Toro Rosso: Carlos Sainz è 11esimo davanti a Max Verstappen. L'olandese che ha cambiato il quinto motore all'inizio della giornata, per cui deve andare in fondo alla griglia di partenza (paga 5 posizioni per il crash del Gp di Monaco e altre 10 per la penalizzazione dovuta alla sostituzione della power unit Renault). Il 17enne dovrà scontare anche uno stop ang go di 10 secondi nel corso della gara, perché non è riuscito a scaricare tutte le penalità sulla griglia.

Male la McLaren con Fernando Alonso 14esimo che in Q2 si è messo alle spalle solo Felipe Nasr (Sauber): non sono serviti i due gettoni che i nipponici della Honda hanno giocato sulla power unit alla ricerca di una maggore affidabilità. Lo spagnolo ha cambiato motore in mattinata, mentre in qualifica non ha proprio girato Jenson Button: l'inglese ha rotto il propulsore Honda alla conclusione del terzo turno di prove libere e i tecnici giapponesi non sono stati in grado di sostituirlo in tempo per la qualifica.

Fra gli esclusi in Q1 c'è stato anche Felipe Massa che ha accusato un calo di potenza del V6 Turbo Mercedes: il brasiliano non riusciva a scaricare la sesta marcia sui lunghi rettilinei di Montreal, a riprova che nemmeno la Mercedes è al riparo dai problemi alla power unit. Il brasiliano è 17esimo: è riuscito a stare lo stesso davanti alle due Manor: è giusto segnalare che Roberto Merhi questa volta ha preceduto il compagno di squadra Will Stevens.

In difficoltà la Sauber che di solito eccelle sulle piste veloci: i meccanici di Hinwil sono stati bravi a ricostruire la C34 di Felipe Nasr dopo l'inconcepibile botto nelle prove libere del mattino. Il brasiliano è parsa molto nervoso: ha rischiato di rovinare nuovamente la monoposto con un volo all'ultima chicane in Q2. Ha fatto meglio Marcus Ericsson che scatterà domani dalla 12esima piazza grazie all'arretramento di Max Verstappen. E domani sarà una gara meno scontata del solito...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen , Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie