Lowdon lascia ad Abu Dhabi, ma Hellmund non entra

La Manor rimane di Fitzpatrick che spera di chiudere una collaborazione più stretta con Mercedes

Lowdon lascia ad Abu Dhabi, ma Hellmund non entra
Alexander Rossi, Manor Marussia F1 Team
Alexander Rossi, Manor Marussia F1 Team
Alexander Rossi, Manor F1 Team
Will Stevens, Manor F1 Team
Alexander Rossi, Manor F1 Team
Will Stevens, Manor Marussia F1 Team
Will Stevens, Manor F1 Team

Graeme Lowdon, direttore sportivo della Manor, ha confermato che il prossimo Gp di Abu Dhabi sarà la sua ultima gara con la squadra inglese, dopo aver presentato le dimissioni dal ruolo insieme a John Booth, il team principal. I due manager britannici sono entrati in rottura con Stephen Fitzpatrick, il titolare della squadra per quanto riguarda i piani futuri, visto che la squadra di Banbury doveva diventare lo junior team della Mercedes.

"Abu Dhabi sarà per la mia ultima gara con la squadra - ha ammesso Graeme - Il compito più importante di quest'anno è stato quello di fare in modo che il team potesse proseguire l'attività nonostante le limitate risorse. L?anno scorso ci siamo dovuti fermare, ma siamo poi stati presenti ad Abu Dhabi: tutto ciò ha richiesto un grande impegno. E dal mio punto di vista, anche questa è stata una stagione molto difficile, ma l'importante è che la squadra possa proseguire l'attività".

Dopo il Gp del Messico si è parlato di un interessamento di Tavo Hellmund all’acquisto di quote Manor, ma una fonte della squadra assicura che non c'è la volontà di vendere, quanto stringere una più stretta collaborazione con la Mercedes. Le uscite del manager americano di 49 anni che ha promosso la pista di Austin e rilanciato il Gp del Messico sono state giudicate mediatiche per trarre un po' di pubblicità, ma assai poco concrete.

La Manor si è assicurata i motori Mercedes per il 2016 perché la Casa tedesca si è garantita andando a prendere i soldi direttamente dai bonus che la FOM dovrà elargire al team di Fitzpatrick che si trova, quindi, con una power unit competitiva e le casse del team piuttosto vuote.

In realtà c'è la speranza che diventi più attiva la collaborazione con la Stella a tre punte e l'arrivo di un pilota di gradimento a Toto Wolff come Pascal Wehrlein potrebbe contribuire ad abbassare il costo della fornitura, tanto più che la monoposto che viene disegnata da Luca Furbatto potrà contare sulle retrotreno della Williams di quest'anno, con sospensioni e trasmissione nel pacchetto.

condividi
commenti
Hembery prevede una gara con molte strategie
Articolo precedente

Hembery prevede una gara con molte strategie

Articolo successivo

Hembery: "Vogliamo gomme con maggior decadimento"

Hembery: "Vogliamo gomme con maggior decadimento"
Carica i commenti