Protesta di Greenpeace sulla tribuna d'arrivo

Protesta di Greenpeace sulla tribuna d'arrivo

Gli attivisti sono entrati in azione per manifestare contro le trivellazioni della Shell in Artico

Gli attivisti di Greenpeace sono entrati in azione al Gran Premio del Belgio per dispiegare un grande striscione sulla tribuna principale del traguardo prima del via. Dopo la corsa hanno cercato di calarsi nell'area del podio, ma gli "acrobati" sono stati intercettati dalla sicurezza. La protesta è scattata per manifestare contro le perforazioni che la Shell ha attivato nell'Artico: uno striscione di 20 metri è stato svolto con la scritta: "Arctic oil? Shell no!. Kumi Naidoo, direttore esecutivo di Greenpeace Internatiol, ha dichiarato: "Sono stato un appassionato dei Gran Premi quando ero piccolo, ma io non sono uno sostenitore di quello che sta facendo la Shell nell'Artico. Siamo contro la Shell perché vede lo scioglimento dell'Artico come un'opportunità di business. Volevamo portare il grande pubblico a conoscenza dei rischi di questa operazione".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie