Rosberg: "Questa sera devo lavorare con gli ingegneri"

Il leader del mondiale è preoccupato per il guaio all'ERS del magttino e per il degrado delle gomme

Rosberg:
Nico Rosberg sorride mentre parla con i giornalisti. Si sente forte della sua posizione di leader del mondiale, ma non è affatto tranquillo. Nella sessione del mattino è stato costretto a fermarsi per un problema al sistema di raffreddamento dell'impianto ibrido della sua Mercedes W05 che si è presentato anche se oggi le temperature non erano tali da pregiudicare l'affidabilità della power unit Mercedes. "Non sono soddisfatto al 100% della macchina - ha esordito Nico Rosberg - questa sera devo lavorare con i tecnici per trovare quella prestazione che ancora mi manca nel giro secco. Devo cercare di ottimizzare ogni cosa per domani. Ci sono alcuni aspetti che non sono andati nella maniera ideale, quindi si tratta solo di spingere per cercare di risolvere il tutto”. Il distacco da Lewis Hamilton non lo preoccupa... "Anche in Canada eravamo nella stessa condizione, ma quando è stato il momento della qualifica ero lì con lui. Non è questo il problema... Dove stanno i dubbi? "Nella durata delle gomme: le supersoft si distruggono subito e quelle soft, anche, specie al posteriore. La gara, quindi, si preannuncia interessante...”. Solo questo o ci sono incertezze sull'affidabilità della power unit? "Ho fiducia che la squadra abbia risolto il problema. Qui le temperature sono più basse che in Canada, ma i rettilinei sono più corti per cui le temperature andranno su”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie