Per Webber basta una reprimenda della FIA

Per Webber basta una reprimenda della FIA

L'australiano non viene punito perché il team Red Bull aveva subito messo a disposizione dei commissari

Mark Webber non deve temere: il collegio dei commissari sportivi con il comunicato numero 35 ha deciso solo una reprimenda per il pilota australiano che ieri, nel corso della Q1 non si è fermato al controllo di peso dei commissari tecnici. A salvare Mark è stato il team Red Bull Racing che, accortosi dell'errore del pilota, ha subito reso disponibile la monoposto numero 2 al controllo del tecnici FIA, altrimenti sarebbe scattata una sanzione ben più grave. La griglia di partenza del Gp degli Stati Uniti, quindi, non vedrà altri cambiamenti se non lo scivolamento al nono posto di Romain Grosjean per la sostituzione del cambio sulla sua Lotus, mentre Mark Webber scatterà regolarmente dalla seconda fila.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber
Articolo di tipo Ultime notizie