Austin: Vettel firma la 44esima pole, Alonso sesto

Austin: Vettel firma la 44esima pole, Alonso sesto

Webber è secondo dopo un errore con Grosjean terzo. Ottima la quarta piazza di Hulkenberg

Sebastian Vettel coglie la 44esima pole position nel Gp degli Stati Uniti con il tempo di 1'36"338 e regala la 56esima partenza al palo alla Red Bull Racing. La squadra di Milton Keynes ha monopolizzato la prima fila con Mark Webber secondo con 1'36"441 a poco più di un decimo dal quattro volte campione del mondo: Mark poteva battere Seb, ma ha compiuto un errorino in staccata che ha pagato caro. Tutti gli altri sono molto lontani: il primo dei "normali" è Romain Grosjean con la Lotus che è terzo a otto decimi da Vettel con il tempo di 1'37"155. Il francese è stato incalzato da Nico Hulkenberg quarto con la Sauber (l'unica squadra, insieme alla Red Bull Racing, ad aver portato due piloti in Q3) grazie all'eccellente 1'37"296. Lewis Hamilton salva la Mercedes con la quinta posizione, visto il naufragio di Nico Rosberg che non è uscito dalla Q2 perché non è riuscito a portare le gomme in temperatura: l'inglese ha preceduto Fernando Alonso di appena 31 millesimi. Lo spagnolo, dopo aver ribaltato l'assetto della sua F138 nell'ultima sessione di prove libere, ha centrato un insperato quinto posto, anche se non è riuscito a migliorare il tempo che aveva conseguito nella seconda frazione cronometrata. La Ferrari, quindi, si salva in corner dopo due giorni molto tribolati. Autorevole anche la reazione di Sergio Perez con la McLaren: il messicano con il settimo posto ha lasciato il confermato Jenson Button in 13esima piazza. Nella settimana in cui è stato giubilato dalla squadra di Woking ha mostrato se non altro il carattere del combattente. Heikki Kovalainen è ottavo con la Lotus E21: il sostituto di Kimi Raikkonen paga sei decimi dal francese capo-squadra, ma il debutto del finlandese è in linea con le aspettative del team di Enstone, visto che si aspettano da lui un buon passo di gara domani. Fra gli eroi di giornata bisogna inserire Valtteri Bottas che ha avuto il merito di portare la Williams nella top ten dopo il crollo di Pastor Maldonado solo 18esimo. A completare i dieci c'è Esteban Gutierrez con la seconda Sauber: il messicano prosegue la sua maturazione in questa seconda parte della stagione. Q2 Le due Red Bull Racing fanno il vuoto, ma sorprende il terzo tempo di Fernando Alonso con la Ferrari. Il più veloce è Sebastian Vettel con 1'37"065, tre decimi meglio del compagno di squadra Mark Webber e del ritrovato ferrarista. Tre gli esclusi di rango con Jenson Button (McLaren) che sarà arretrtato di tre posizioni in griglia e scatterà 16esimo, Nico Rosberg (Mercedes) e Felipe Massa (Ferrari) clamorosamente fuori: il brasiliano ha beccato 1"2 dal compagno di squadra e si lamenta che c'è qualcosa che non va sulla sua macchina! Subiscono il taglio anche Daniel Ricciardo (Toro Rosso), Paul di Resta (Force India), e Jean-Eric Vergne (Toro Rosso) Q1 Valtteri Bottas è sorprendentemente il più veloce della prima sessione con la Willims: il finlandese con le gomme medie ottiene un ottimo 1'37"821 e precede Lewis Hamilton e Esteban Gutierrez. Sebastian Vettel passa il taglio usando solo le gomme dure, proprio come il compagno di squadra Mark Webber, mentre Romain Grosjean è entrato in pista con le medie, ma si è limitato a fare un giro di rodaggio. Felipe Massa rischia il taglio con la Ferrari: il brasiliano è 16esimo e così il primo escluso è Adrian Sutil che è costretto a parcheggiare la sua Force India nell'ultimo giro cronometrato per una foratura. Fuori anche Pastor Maldonado (Williams), Giedo van der Garde (Caterham), Jules Bianchi (Marussia), Charles Pic (Catherham) e Max Chilton (Marussia). P Charles Pic scatterà ultimo perché ha sostituito il cambio e si è preso una penalizzazione di cinque posizioni in griglia. Da segnalare anche il rischio di contatto fra Pastor Maldonado e Esteban Gutierrez che non ha visto arrivare la Williams lanciata mentre il giovne messicano stava scaldando le gomme nellle prime fasi del turno: il venezuelano è stato bravo a evitare la Sauber, ma Esteban rischia una penalizzazione per l'incauto atteggiamento che ha avuto, non essendo stato avvisato dal muretto del sopraggiungere di Pastor. FORMULA 1, Austin, 16/11/2013 Prove ufficiali 1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 1'36"338 2. Mark Webber - Red Bull-Renault - 1'36"441 3. Romain Grosjean - Lotus-Renault - 1'37"155 4. Nico Hulkenberg - Sauber-Ferrari - 1'37"296 5. Lewis Hamilton - Mercedes - 1'37"345 6. Fernando Alonso - Ferrari - 1'37"376 7. Sergio Perez - McLaren-Mercedes - 1'37"452 8. Heikki Kovalainen - Lotus-Renault - 1'37"715 9. Valtteri Bottas - Williams-Renault - 1'37"836 10. Esteban Gutierrez - Sauber-Ferrari - 1'38"034 Eliminati al termine della Q2: 11. Daniel Ricciardo - Toro Rosso-Ferrari - 1'38"131 12. Paul di Resta - Force India-Mercedes - 1'38"139 13. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1'38"217* 14. Nico Rosberg - Mercedes - 1'38"364 15. Felipe Massa - Ferrari - 1'38"592 16. Jean-Eric Vergne - Toro Rosso-Ferrari - 1'38"696 Eliminati al termine della Q1: 17. Adrian Sutil - Force India-Mercedes - 1'39"250 18. Pastor Maldonado - Williams-Renault - 1'39"351 19. Giedo van der Garde - Caterham-Renault - 1'40"491 20. Jules Bianchi - Marussia-Cosworth - 1'40"528 21. Charles Pic - Caterham-Renault - 1'40"596** 22. Max Chilton - Marussia-Cosworth - 1'41"401 * Perde 3 posizioni in griglia ** Perde 5 posizioni in griglia

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber , Lewis Hamilton , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie