Abu Dhabi, Libere 3: Rosberg tira fuori gli artigli!

condividi
commenti
Abu Dhabi, Libere 3: Rosberg tira fuori gli artigli!
Di: Franco Nugnes
22 nov 2014, 12:14

Il tedesco precede Hamilton di tre decimi. Bene Alonso quarto che cambia la power unit

Nico Rosberg mette a posto il terzo tratto della pista di Yas Marina e si candida alla pole position nel Gp di Abu Dhabi, prova di chiusura del mondiale 2014. Il tedesco con la Mercedes ha ottenuto un 1'41"424 con le gomme Super Soft e rifila tre decimi al compagno di squadra, leader del mondiale. Lewis Hamilton è finito lungo all'ultima curva dove ha lasciato circa mezzo secondo prima di arrivare a 1'41"793.

La terza posizione è facile appannaggio della Williams di Felipe Massa, ma il brasiliano è staccato di oltre un secondo dalle Mercedes W05 Hybrid: la FW36 non ha più mostrato i problemi alle fiancate di ieri (quando per le modifiche all'impianto di raffreddamento) sono saltate le carenature delle pance. Massa ha chiuso la sua simulazione di qualifica in 1'42"429.

Ottimo il quarto tempo di Fernando Alonso che ha anticipato la chiusura del suo turno per poter consentire ai meccanici di sostituire la power unit Ferrari: il pilota spagnolo, infatti, non ha potuto completare che venti minuti della terza sessione, quando la pista non era ancora gommata. Si è fermato dopo aver simulato la qualifica con le gomme Super Soft centrando un incoraggiante 1'42"653, ritenendosi soddisfatto per il set up trovato con la Rossa. Peggio è andata a Kimi Raikkonen spesso di traverso con la F14 T piuttosto in crisi sulla pista di Yas Marina: il finlandese si è lamentato del sottosterzo e non ha fatto meglio del decimo tempo in 1'43"038.

La quinta piazza non è sfuggita a Sebastian Vettel con la Red Bull Racing: il tedesco ha colto la quinta piazza a soli 16 millesimi di secondo dalla Ferrari, mentre Jenson Button è il migliore pilota con la McLaren grazie a 1'42"768. L'inglese è tornato davanti a Kevin Magnussen che è solo undicesimo e potrebbe rinunciare all'ala nuova della MP4-29 proposta da Peter Prodromou.

In difficoltà Daniel Ricciardo con la seconda RB10: l'australiano ha trovato dei problemi di assetto nel posteriore (ha cambiato la regolazione di un ammortizzatore) e non ha mai centrato un giro pulito (ha effettuato diversi lunghi).

Valtteri Bottas è ottavo con la Williams, davanti a Daniil Kvyat molto consistente con la Toro Rosso. In difficoltà le Force India con Sergio Perez e Nico Hulkenberg solo 13esimo e 14esimo, ma hanno fatto meglio delle Lotus. Wil Stevens è ultimo con la Caterham: ha preso nove decimi dal compagno Kamui Kobayashi.

Prossimo articolo Formula 1