Gomme da 18 pollici: per la Pirelli si può già nel 2016

Gomme da 18 pollici: per la Pirelli si può già nel 2016

Le discussioni attuali però spingono per il 2017. I dati raccolti oggi a Silverstone sono in linea con le aspettative

Quella di oggi è stata una giornata importante per la Pirelli: l'azienda italiana ha portato al debutto dei prototipi di gomme da 18 pollici per la Formula 1, affidandole alla Lotus, scesa in pista con Charles Pic.

Al momento si tratta di pneumatici molto sperimentali e per questo non sono state tantissime le tornate completate dal pilota francese (nel pomeriggio la E22 ha accusato anche dei problemi tecnici). Tuttavia, anche se le prime voci parlano di un possibile passaggio a questo tipo di coperture nel 2017, secondo Paul Hembery la cosa sarebbe fattibile già nel 2016, a patto ovviamente che tutte le squadre siano d'accordo con il cambiamento.

"Se ne sta discutendo per il regolamento 2017, ma noi crediamo di poter essere pronti anche per il 2016 se dovessero decidere di guadagnare un anno. La priorità di oggi è stata quella di far capire cosa è in grado di fare una monoposto attuale con delle gomme di questo tipo. Ora possiamo fornire un quadro più preciso allo Strategy Group ed alla F1 Commission, che quindi non dovranno basare le loro decisione solamente su simulazioni fatte al computer" ha detto il responsabile motorsport della Pirelli.

I primi riscontri cronometrici sono stati abbastanza alti, ma Hembery ha spiegato che la ricerca della prestazione non era l'obiettivo di questo test. Senza dimenticare poi che ovviamente si sono rese necessarie alcune piccole modifiche alle sospensioni della vettura.

"Non stavamo cercando le prestazioni, abbiamo solo trovato la conferma di ciò che ci aspettavamo, ovvero che gli pneumatici anteriori consentono un ingresso in curva più aggressivo, garantendo una risposta più immediata al pilota. Inoltre c'è una maggiore escursione della pressione quando la gomma lavora e questo è un qualcosa che dobbiamo studiare più a fondo. Infine, queste gomme sentono particolarmente le regolazioni del camber. Queste sono tutte cose che sapevamo già, ma sicuramente sono delle aree di lavoro importanti" ha aggiunto Hembery parlando con Autosport.

Le nuove coperture sono state progettate e realizzate seguendo la strategia Premium Pirelli. Un vantaggio tecnico chiave per la gomma da 18 pollici, infatti, viene dal fianco più basso e più rigido che aiuta a mantenere la rigidità strutturale dello pneumatico e aiuta anche a mantenere più costante la pressione, dato che la quantità d’aria interna è ora decisamente minore. La gomma da 18 pollici appare più grande, assomiglia molto di più alle coperture Ultra High Performance stradali, aumentando ancora di più il trasferimento di tecnologia rispetto ad oggi.

I nuovi pneumatici 18” provati oggi hanno la stessa larghezza dei 13” utilizzati attualmente in F1 (245 mm all’anteriore e 325 mm al posteriore) con un diametro totale maggiore di 30 mm. Il peso della gomma è circa lo stesso: quella da 18” ha un diametro maggiore, ma il fianco è più basso. Compreso il cerchio, l’insieme ruota-pneumatico pesa ora circa 4 kg in più.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Charles Pic
Articolo di tipo Ultime notizie