F1 | Gasly carico: "In Alpine è tutto nuovo, ma potremo stupire"

Il francese ha cambiato totalmente ambiente e oggi ha potuto provare per la prima volta la vettura con cui il team transalpino è giunto quarto nel Mondiale. Nonostante le parecchie novità con cui fare conoscenza e l'abitudine, Pierre è già convinto che ci sia il potenziale per essere protagonista nel 2023.

F1 | Gasly carico: "In Alpine è tutto nuovo, ma potremo stupire"

Pierre Gasly ha iniziato la sua avventura da pilota della Alpine prendendo parte quest'oggi ai test collettivi di fine stagione in quel di Abu Dhabi.

Il francese, dopo la lunga militanza nel mondo Red Bull e AlphaTauri, ha cambiato casacca e sul tracciato di Yas Marina ha potuto cominciare il lavoro con la squadra transalpina in vista del 2023.

Dopo 130 giri, sul finire di giornata ha ottenuto l'1'25"689 che gli è valso il quarto posto generale in classifica; al di là del valore in sè del tempo cronometrato, Gasly si è trovato molto bene in questa sua prima uscita con la nuova scuderia e non lo ha nascosto quando si è concesso ai microfoni a fine giornata.

Pierre Gasly, Alpine A522

Pierre Gasly, Alpine A522

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Com'è andata?
"Sono molto felice, diciamo pure positivamente sorpreso. È andato tutto liscio, anche l'adattamento. Ovviamente oggi sono arrivato con la mente aperta perché è la prima volta che cambio l'ambiente in cui lavoro e la macchina, e all'inizio tutto sembrava diverso: la sensazione dello sterzo, l'acceleratore, la rigidità dei pedali, il modo in cui reagisce a tutto. All'inizio è stato un po' una sorpresa, ma siamo riusciti a ottenere tutto quello che volevamo. Mi sono sentito a mio agio sulla vettura molto rapidamente e ora capisco perché sono arrivati quarti in campionato come team. Sono davvero entusiasta in vista del prossimo anno".

Quanto è migliore la vettura rispetto all'AlphaTauri e quali sono state le differenze che ti hanno fatto sentire molto meglio?
"Penso che ci sia un'aderenza anteriore maggiore nelle curve a media e bassa velocità. Ci sono cose su cui ho cercato di lavorare in questa stagione e che ho cercato di raggiungere, in questo modo ho capito molto più velocemente le prime sensazioni con l'auto e ciò che si può fare con essa quando gira, così come il potenziale che si ha in mano. E anche con i ragazzi del team è andata molto bene in questo primo giorno di lavoro vero e proprio con loro. L'obiettivo principale era quello di iniziare a lavorare con i miei ingegneri, conoscere i ragazzi, i meccanici e tutti gli addetti alla vettura, cercando di far capire immediatamente ciò di cui ho bisogno come pilota; sottosterzo, sovrasterzo, cosa intendo con tutte le mie indicazioni. È stato estremamente positivo e sono molto contento di quello che ho visto all'interno del box".

Questa vettura è più vicina al tipo di macchina che ti piace?
"Ho fatto solo un giorno di prove, ma sulla base di oggi posso sicuramente individuare alcuni punti di forza molto buoni di questa vettura e il potenziale che ha. Come ho detto, Alpine è arrivata quarta in campionato per un motivo e ora ho capito il perché vedendo il pacchetto e dal modo in cui lavora la squadra. Gli ingegneri, la mentalità e l'armonia che c'è nel team, finora sono stato molto soddisfatto di questa prima interazione con i ragazzi. Onestamente, non potevo sperare in un primo giorno migliore con Alpine".

Pierre Gasly, Alpine A522

Pierre Gasly, Alpine A522

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Alcune delle differenze che hai percepito erano dovute alle gomme?
"È sempre un punto interrogativo, perché ho fatto tutta la giornata con questo nuovo pneumatico. Da quello che abbiamo sentito, non c'è un gran cambiamento e dalle mie sensazioni non mi sembra che la gomma si comporti in modo molto diverso da quella che abbiamo avuto per tutta la stagione. In generale, quello che mi interessa è quello che posso fare al volante con la vettura e finora mi ha dato quello che mi aspettavo. Ovviamente ci sono aree da migliorare e margini di crescita, ma diciamo che la monoposto non mi ha sorpreso, sapevo che sarebbe stata veloce e ora l'ho visto".

Andrai ad Enstone per iniziare a lavorare con il team?
"Sono nella fase di transizione, diciamo. Ovviamente dal punto di vista sportivo sono concentrato sul prossimo anno e sulla collaborazione con Alpine. Ho ancora un paio di impegni con AlphaTauri. Ma inizierò a lavorare con la squadra per la prossima stagione".

La giornata di oggi ha confermato le tue speranze per Alpine o c'è stato qualcosa in più?
"Penso che sia stata meglio del previsto. Ricordiamo che negli ultimi cinque anni ho vissuto in un unico ambiente, ma da quello che ho visto in Alpine c'è una grande esperienza. Ha alcuni tra i migliori ingegneri nell'ufficio tecnico e anche all'interno del box. Non ho ancora visto tutto, devo ancora andare ad Enstone e vedere tutti gli strumenti e le strutture che hanno, ma sono rimasto molto colpito dal loro modo di affrontare questo primo giorno e anche dal modo in cui lavorano. Non è mai facile andare in un posto nuovo, due giorni fa eravamo ancora in gara con i nostri rispettivi team e piloti, per cui è successo tutto molto velocemente. Ma mi hanno accolto nel migliore dei modi e finora ci sono solo segnali positivi, quindi è davvero promettente per il futuro. Inoltre, questo mi rende estremamente eccitato prima di andare in vacanza. Sono contento di questo".

Pierre Gasly, Alpine A522

Pierre Gasly, Alpine A522

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Qual è stato il tuo programma e cosa hai imparato sul funzionamento della vettura? Sei riuscito a capirla davvero?
"Sono stato abbastanza contento perché ho potuto fare un ultimo giro in cui abbiamo spinto un po' di più, rispetto al resto della giornata in cui mi sono abituato alla macchina, al pacchetto e ho lavorato soprattutto sulle nuove gomme. Ho avuto un solo tentativo per fare un buon crono e tutto è andato bene. Non ho commesso errori, sono riuscito a spingere e a guidare come volevo. Ci sono un paio di cose che mi piacciono della vettura e su cui potenzialmente possiamo lavorare, ecco perché era così importante iniziare subito già oggi e non aspettare febbraio per far capire al team che tipo di macchina mi piace. Penso che ora abbiamo un'idea più precisa sia da parte mia che da parte loro. Sarà sicuramente più costruttivo per i prossimi due mesi".

Avevi un ottimo rapporto con il tuo ingegnere in AlphaTauri, come giudichi il tuo primo contatto con il nuovo?
"Per cominciare, Pierre credo che sia stato davvero straordinario in questi anni di lavoro insieme, ho avuto un legame molto forte e sicuramente lo stimo molto come ingegnere di gara. Ma ovviamente anche Karel ha una grande esperienza in questo ruolo, quindi non voglio paragonare un giorno di test con tre anni di rapporto precedenti. L'unica cosa che posso dire è che è andata molto bene, abbiamo legato molto bene, è un ragazzo molto simpatico, con la mentalità giusta, molto aperto alla conversazione e a discutere le esigenze di tutti, mie e loro. Finora è stata un'ottima introduzione e non vedo l'ora di lavorare con lui e con il resto dei ragazzi nella prossima stagione".

Pierre Gasly, Alpine A522

Pierre Gasly, Alpine A522

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Il tuo 2022 è stato difficile, con alcuni fine settimana positivi ma anche altri in cui non si è visto il pilota che avevamo apprezzato negli anni precedenti; pensi che questo sia un posto in cui vedremo il vero Gasly in modo costante?
"Sono sincero, sicuramente ho avuto un anno molto più piacevole nel 2021 che nel 2022. Solo per il fatto che non avevo la competitività e la velocità per mostrare molto. Ovviamente si guarda a ciò che accade fra quelli davanti e alcuni già a chi arriva secondo non ci fanno caso. Io direi che dopo l'ottavo posto non si vede cosa succede dietro. Credo davvero che questa squadra sia un nuovo inizio per me e anche un'opportunità per fare qualcosa di straordinario insieme. Finora hanno disputato la loro migliore annata da quando sono tornati, credo che siano sulla strada di un miglioramento stagione dopo stagione. Da quello che ho visto oggi e da quello che mi hanno mostrato nel 2022, sono decisamente fiducioso che insieme l'anno prossimo potremo stupire. Per quanto mi riguarda, sono pronto a fare tutto il necessario durante l'inverno, perché non bisogna mai sottovalutare il lavoro e il compito che comporta cambiare squadra e iniziare con un team e in un ambiente completamente nuovi, con una nuova macchina e con nuovi ragazzi. Ovviamente bisogna avere l'approccio giusto per farlo funzionare il più velocemente possibile, ma sono molto fiducioso che ci sia il potenziale per ottenere risultati fantastici".

Leggi anche:
condividi
commenti
F1 | Piastri: "Oggi primo passo fondamentale per il 2023"
Articolo precedente

F1 | Piastri: "Oggi primo passo fondamentale per il 2023"

Articolo successivo

F1 | Shwartzman vicino a Leclerc: "Spero di aver dimostrato qualcosa"

F1 | Shwartzman vicino a Leclerc: "Spero di aver dimostrato qualcosa"