F1 | Gasly ammette: "AT03 buona, ma aveva 13 chili di troppo!"

Pierre Gasly, prima di passare in Alpine, ha svelato che l'AlphaTauri AT03 è stata 13 chili sovrappeso per tutta la stagione. "Questo ci ha rallentati in qualifica, ma anche in gara con un degrado gomme più alto".

F1 | Gasly ammette: "AT03 buona, ma aveva 13 chili di troppo!"

Tante aspettative, zavorrate - è il proprio il caso di dirlo - e frustrate da una vettura, la AT03, bella ma non all'altezza. Veloce sulla carta, ma dal peso eloquente sulla bilancia.

AlphaTauri aveva iniziato la stagione 2022 con il preciso intento di lottare per il quinto posto nel Mondiale Costruttori, risultato spesso sfuggito di mano anche nelle stagioni migliori.

Prima di smettere i panni di pilota legato a Red Bull e di passare a indossare i colori di Alpine, Pierre Gasly ha fatto una panoramica molto interessante sui problemi che il team faentino ha dovuto affrontare nella stagione di Formula 1 terminata da poche settimane.

Si parla di chili di troppo che, stando agli abituali canoni della moda, rendono la modella che li esibisce inadatta alle passerelle più ambite. La AT03, bella ma troppo 'rotonda', veloce ma rallentata da lei stessa.

"È stato un anno difficile, perché le aspettative erano ovviamente molto alte dopo la scorsa stagione", ha ammesso a fine stagione il pilota francese. C'era un grande slancio, c'era un cambio di regolamento".

"Quindi, diciamo che le mie speranze di avere l'anno migliore per AlphaTauri non sono mai state così alte come all'inizio della stagione. Ho pensato: 'Abbiamo le nostre possibilità, il budget sta arrivando. Quindi non abbiamo motivi per non superare tutte le squadre di centrocampo'. E sì, non abbiamo iniziato l'anno nella forma migliore".

Pierre Gasly, AlphaTauri AT03, Mick Schumacher, Haas VF-22

Pierre Gasly, AlphaTauri AT03, Mick Schumacher, Haas VF-22

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

"Ma in quel momento non mi importava molto, perché sapevo che sarebbe stata una gara di sviluppo nel corso dell'anno. Sapevo solo che non era importante da dove si partiva, bastava mettere a punto la vettura, gara dopo gara. Purtroppo non ci siamo riusciti".

Gasly è poi entrato nelle viscere della vicenda, non solo parlando dei più grosso problema che ha afflitto la AT03, ma dando numeri interessanti che fanno capire contro cosa abbiano dovuto lottare lui e Yuki Tsunoda per tutti e 21 i gran premi effettuati quest'anno.

"Credo che il progetto della vettura non fosse male, ma abbiamo avuto un peso eccessivo per tutta la stagione. E sì, proprio questo ci è costato molto in qualifica. Credo che questo sia stato il problema principale della stagione. È chiaro che non siamo riusciti a fare nemmeno lontanamente quello che avremmo voluto, e personalmente quello che avrei voluto con la squadra".

"Ad essere onesti, l'Alfa Romeo ha lottato per il sesto posto in campionato. Se me lo chiedete, credo che fin dall'inizio abbiamo avuto una macchina migliore della loro. Ma abbiamo avuto un sovrappeso di 12-13 chili per tutta la stagione e non siamo riusciti a ridurlo affatto".

"Si parla di tre decimi e mezzo al giro. Il numero di volte in cui abbiamo mancato la Q3 per un decimo o due non riesco nemmeno a ricordarlo, probabilmente circa 10 volte in questa stagione. Portare tutto quel peso in gara è stato come correre con uno zaino".

"Se parti con 13-14 chili di sovrappeso, te li porti dietro per tutta la gara. Il degrado è maggiore, le gomme si surriscaldano di più, il degrado è maggiore rispetto agli altri, le prestazioni sono più lente. È come un effetto palla di neve. Penso che la vettura avesse un certo potenziale e che non fosse affatto male, ma abbiamo avuto problemi per la maggior parte della stagione", ha concluso l'ormai ex pilota dell'AlphaTauri.

Leggi anche:
condividi
commenti

F1 | Paraspruzzi inutili? La nuvola d'acqua la crea l'estrattore!

F1 | Newey ammette: "Il progetto RB18 è partito in ritardo"