F1 | Ferrari: pista gelida e bagnata, pochi giri per Shwartzman

Il giovane israeliano di nascita, nel primo dei tre giorni di test che la Scuderia ha organizzato a Fiorano per allenare i piloti, è riuscito a fare pochi giri con la SF21 a causa delle difficili condizioni ambientali. La pista bagnata e le temperature molto basse non hanno permesso nemmeno alle gomme demo wet di raggiungere la minima finestra di funzionamento. Bravo Robert a evitare inutili danni. Domani sarà il turno di Carlos Sainz e giovedì di Charles Leclerc.

F1 | Ferrari: pista gelida e bagnata, pochi giri per Shwartzman

Le condizioni sono davvero difficili: neanche le gomme demo wet vanno in temperatura con 8 gradi di asfalto nella migliore delle condizioni. Robert Shwartzman, il giovane tester della Ferrari, ha potuto iniziare il “training test” solo dopo le 10,30 perché è stato necessario asciugare il manto della pista di Fiorano, bagnatissimo dopo la pioggia e la neve di ieri.

Il 23enne israeliano-russo ha aperto la tre giorni che la Scuderia ha approntato per allenare i suoi piloti in vista dell’avvio della stagione 2023 e si è trovato a fare i conti gli effetti del maltempo: nel corso della mattinata è riuscito a completare 35 giri, una distanza che non è nemmeno la metà di quella che si poteva pronosticare con l’asciutto.

Durante una schiarita che ha permesso all’asfalto di essere solo umido, è stato montato anche un treno di slick, ma l’esperimento è stato subito interrotto perché le gomme, per quanto tenute in termocoperte, non appena hanno toccato la pista si sono raffreddate, annullando il grip.

Robert Shwartzman, entra  nella Ferrari SF21 durante i test a Fiorano

Robert Shwartzman, entra nella Ferrari SF21 durante i test a Fiorano

Photo by: Ferrari

Logico, quindi, tornare agli pneumatici wet, tanto più che uno scroscio d’acqua nel primo pomeriggio ha riportato le condizioni della pista a quelle che Robert aveva trovato in mattinata: Shwartzman, quindi, ha dato prova di sapersela cavare più che bene in condizioni di minima aderenza, ma anche evitato di prendere rischi inutili con la SF21 che domani sarà affidata a Carlos Sainz.

Le previsioni meteo indicano un 50% di possibilità di pioggia domani, mentre le condizioni potrebbero migliorare leggermente giovedì quando sarà il turno di Charles Leclerc che completerà la sessione di test di tre giorni.

Leggi anche:
condividi
commenti

F1 | Hamilton ricorda: "A scuola sono stato bullizzato"

F1 | FIA: il ds Nielsen studia una semplificazione dei punteggi