F1 | Ferrari: per Binotto i piloti meritano un 8 in pagella

Il team principal del Cavallino ha sintetizzato la stagione 2021 della squadra e dei piloti con un voto: le prestazioni della macchina sono stati insufficienti nel confronto diretto con Mercedes e Red Bull, ma la crescita del team è stata da 7. I piloti, invece, sono stati promossi a pieni voti.

F1 | Ferrari: per Binotto i piloti meritano un 8 in pagella

Attribuire un voto al proprio operato non è mai un esercizio semplice. Nell’incontro con i media di fine stagione, è stato chiesto a Mattia Binotto di riassumere in un numero il 2021 della squadra Ferrari così come quello dei suoi piloti, e il team principal della Scuderia non si è sottratto, sottolineando la differenza tra quelli che sono gli obiettivi assoluti del Cavallino e i target stagionali, annunciati ad inizio anno e centrati al termine della stagione.

Charles Leclerc, Ferrari, Mattia Binotto

Charles Leclerc, Ferrari, Mattia Binotto

Photo by: Erik Junius

“Non è facile dare una risposta – ha esordito Binotto - il nostro obiettivo resta sempre quello di essere competitivi e poter vincere e fino a quando non otterremo il massimo risultato non potremo ritenerci soddisfatti. Al termine del weekend di Abu Dhabi abbiamo visto altre squadre festeggiare, e... beh, non è stato facile e non eravamo certo a cuor leggero, anzi. La distanza che ci separa dalle squadre di vertice è ancora elevata, e alla fine in questa stagione non abbiamo vinto nemmeno una gara, quindi il voto dovrebbe essere insufficiente. Però non penso sia questo il modo corretto per valutare la nostra stagione”.

“Come abbiamo dichiarato sin da inizio anno – ha proseguito Binotto – la nostra priorità è il 2022. Siamo partiti con una monoposto che era nelle sue basi la vettura del 2020, ma abbiamo cercato di progredire in tutte le aree, e penso che questo obiettivo lo abbiamo raggiunto confermandoci terzi nella classifica costruttori. Arrivavamo dal sesto posto del 2020, e ci siamo confermati come la squadra che ha progredito di più sul fronte del punteggio. Quindi da questo punto di vista un voto finale sull’operato del 2021 non può essere insufficiente, ed in quest’ottica assegno un 7. Ma sottolineo che non può essere motivo di soddisfazione: fino a quando non saremo competitivi al punto da poter vincere vinceremo gare e quant’altro, non potremo mai ritenerci sufficienti”.

Una delle novità più importanti nel 2021 della Scuderia è stata la nuova line-up di piloti. L’inserimento in squadra di Carlos Sainz è stata una delle scommesse di maggior peso della stagione, ed alla fine i risultati hanno soddisfatto Binotto, che oggi dispone di una line-up affiatata e di alto spessore.
“Se valutiamo il rendimento della coppia – ha chiarito il team principal della Scuderia – abbiamo visto che si sono spinti e aiutati a vicenda. Credo che uno sia stato d’utilità all’altro, anche in quelle gare nelle quali uno dei due non aveva trovato subito il giusto feeling con la pista e con l’assetto. Siamo contenti di Carlos e Charles come coppia, hanno capito le esigenze del team in un anno non semplice, hanno capito gli ordini di squadra, come quando gli è stato chiesto di invertire le posizioni, cosa che hanno sempre fatto senza mai discutere”.

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari

Photo by: Ferrari

“Charles come pilota è cresciuto ulteriormente – ha proseguito Binotto - il suo talento e la sua velocità sono indiscutibili, così come la sua capacità di fare giri importanti e impeccabili in qualifica. È cresciuto anche nell’approccio alle gare, nella comprensione e nella gestione delle gomme, così come nella gestione della gara anche dal punto di vista della strategia. Quindi abbiamo visto un Charles che rispetto all’anno scorso ha fatto diversi passi avanti".

Leggi anche:

"Per quanto riguarda Carlos, credo che il risultato che ha ottenuto parli da solo: in venti gare su ventidue è stato nei top 10, riuscendo a terminare tutti i Gran Premi. Abbiamo scelto di averlo con noi proprio per la sua capacità di fare punti, e ha confermato sul campo questa sua qualità. Poi si è confermato molto veloce e ha confermato una grande capacità di integrazione nel team, un processo nel quale do merito anche alla squadra per l’attività scolta in inverno al simulatore e non solo. Quindi sono contento per i continui progressi di Charles, che ha confermato una crescita importante, così come del rendimento di Carlos, che gli ha permesso di mantenere le aspettative della vigilia. Per entrambi il voto è 8”.

condividi
commenti
Domenicali: "La F1 vista da due miliardi di spettatori!"
Articolo precedente

Domenicali: "La F1 vista da due miliardi di spettatori!"

Articolo successivo

F1 | Ferrari: Binotto dà i numeri, ma sono quelli della crescita 2021

F1 | Ferrari: Binotto dà i numeri, ma sono quelli della crescita 2021
Carica i commenti