Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
100 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
108 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
118 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
125 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
139 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
153 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
181 giorni
02 set
Prossimo evento tra
188 giorni
09 set
Prossimo evento tra
195 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
209 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
216 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
223 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
237 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
244 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
280 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
289 giorni

Ferrari: prima dell'Australia nessuna iniziativa propria

La Scuderia ha fatto sapere che il personale in partenza per l'Australia o il Bahrain si atterrà scrupolosamente alle direttive che sono state impartite dalle autorità preposte, senza prendere delle iniziative proprie.

condividi
commenti
Ferrari: prima dell'Australia nessuna iniziativa propria

La MotoGP ha annullato le prime due gare del mondiale 2020 (Qatar e Thailandia), mentre la Formula 1 sembra intenzionata a far partire la stagione iridata, visto che il governo dell'Australia, nonostante due casi accertati di Coronavirus, non ha cambiato il suo approccio all'appuntamento di Melbourne per cui il GP è regolarmente in calendario.

La Ferrari ci tiene a far sapere che "...contrariamente a quanto riportato oggi da un quotidiano, non é assolutamente previsto che il personale della Scuderia Ferrari che parte per l’Australia faccia alcun tampone preventivo".

Il personale della Scuderia si atterrà, quindi, alle indicazioni che sono state impartite dalle autorità preposte:
"Pur sapendo che la situazione è in continua evoluzione, sul fronte della partenza per Australia e Bahrain non ci sono al momento giunte controindicazioni da nessuno degli enti con i quali siamo costantemente in contatto, ossia la FIA, Formula1, le autorità sia italiane e dei paesi in questione, quindi al momento la nostra partenza è confermata".

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, fa un pit stop

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, fa un pit stop
2/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Un ingegnere ripara la Ferrari SF1000 di Sebastian Vettel

Un ingegnere ripara la Ferrari SF1000 di Sebastian Vettel
3/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari, sul pit wall

Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari, sul pit wall
5/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, gioca a calcio nel paddock

Charles Leclerc, Ferrari, gioca a calcio nel paddock
6/10

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
8/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
9/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/10

Foto di: Giorgio Piola

Analisi test Barcellona: quello che i numeri non dicono

Articolo precedente

Analisi test Barcellona: quello che i numeri non dicono

Articolo successivo

Accordo FIA-Ferrari: quando il silenzio non è assenso

Accordo FIA-Ferrari: quando il silenzio non è assenso
Carica i commenti