F1 | Ferrari: Shwartzman in pista a Fiorano, niente Giovi

La Scuderia ha pianificato tre giorni in pista a Fiorano con la SF-21: questa mattina inizia Shwartzman e poi sarà il turno dei due titolari, Leclerc e Sainz, mentre non farà parte della sessione Giovinazzi impegnato negli USA con la 499P. Il meteo clemente permette l'avvio del "training test". Ancora da definire la ripartizione dei due titolari nelle giornate successive.

F1 | Ferrari: Shwartzman in pista a Fiorano, niente Giovi

A Maranello il tempo è clemente, almeno per ora. La variabilità delle condizioni permette che il “training test” programmato dalla Ferrari può iniziare regolarmente, senza intoppi sdopo la pioggia battente e la neve di ieri.

La Scuderia, infatti, ha varato tre giorni di allenamento dei suoi piloti con la SF-21 (la previous car datata 2021): a dispetto di quanto si potesse pensare, però, ad inaugurare la sessione non è uno dei due titolari, bensì Robert Shwartzman.

Charles Leclerc, Ferrari con i fan a Fiorano dopo il test Pirelli con le gomme rain a dicembre

Charles Leclerc, Ferrari con i fan a Fiorano dopo il test Pirelli con le gomme rain a dicembre

Photo by: Ferrari

L’israeliano-russo, confermato quest’anno come tester driver e terzo pilota ai GP quando non sarà disponibile Antonio Giovinazzi, non è stato chiamato per primo per consentire a Charles Leclerc e Carlos Sainz l’opportunità di disporre magari di un asfalto asciutto, perché il piano di lavoro che hanno deliberato a Maranello prevedeva che fosse proprio il giovane 23enne ad aprire le danze, seguito poi nell’ordine dai due titolari: l'ordine è ancora da decidere, sebbene i due siano a disposizione e stiano lavorando anche al simulatore nell'apprendimento della 675.

Ciascuno dei tre piloti avrà a disposizione un’intera giornata di lavoro: inizialmente doveva fare parte di questo gruppo anche Antonio Giovinazzi, ma il pugliese ha rinunciato a questa chiamata dalla F1 perché è impegnato a Sebring per un paio di giorni di collaudi con la 499P.

Antonio guiderà l’Hypercar che farà il suo debutto nel WEC proprio sulla pista americana il 17 marzo, per cui la preparazione della prima uscita nel mondiale Endurance ha avuto la giusta priorità sull’allenamento con la SF21. Se Giovinazzi fosse stato disponibile avrebbe diviso la giornata con Shwartzman.

La Ferrari sfrutta la pista di casa per far riprendere confidenza ai piloti con tutte le procedure che devono essere memorizzate, ripetendo la sessione dello scorso anno. La difficoltà sarà mandare in temperatura le gomme (quelle previste per questi appuntamenti che sono le demo utilizzate nei filming day) date le temperature vicino allo zero di questi giorni...

Leggi anche:
condividi
commenti

F1 | Allarme FIA: la valutazione dei diritti 20 miliardi è esagerata

F1 | Haas conferma Pietro Fittipaldi come terzo pilota