Mekies: "Dobbiamo girare pagina e pensare al futuro"

Il direttore sportivo della Ferrari, Laurent Mekies, non è affatto stupito del pessimo risultato delle Rosse nella prima delle tre gare italiane nel calendario: "La qualifica di Monza non è stata una sorpresa, sapevamo che sarebbe stato complicato e del resto lo avevamo già visto a Spa e anche in precedenza". Il transalpino preferisce non fermarsi all'oggi ma guarda al futuro su come superare questo momento difficile per la Scuderia.

Mekies: "Dobbiamo girare pagina e pensare al futuro"

D’artagnan non ha preso la spada, ma ci ha messo la faccia. Dopo la pessima qualifica nel GP d’Italia è toccato a Laurent Mekies commentare la debacle della Ferrari con Charles Leclerc tredicesimo e Sebastian Vettel diciasettesimo.

Chi pensava che quella di Spa sarebbe stata una tempesta isolata si è sbagliato di grosso, perché il verdetto che emerge dalle qualifiche di Monza è anche peggiore, con le due SF1000 che annaspano lungo i rettilinei del “tempio della velocità”.

Il direttore sportivo del Cavallino non cerca scuse, ma analizza con fredda lucidità una situazione drammatica che non ha eguali riscontri nella storia della Scuderia sullo Stradale…

“È sicuramente difficile, lo sappiamo. La qualifica di Monza non è stata una sorpresa, sapevamo che sarebbe stata complicata, del resto lo avevamo già visto a Spa e anche in precedenza”.

“Il nostro focus è di trovare delle soluzioni per costruire un futuro che ci permetta di uscire da questo periodo. È questo quello che pensiamo. Oggi nessuno è ovviamente soddisfatto di dove siamo, ma l’attenzione non è tanto su come sta andando, quanto sul come uscirne”.

A Spa si era detto che era una questione legata alla pista, visto che non siete riusciti a usare bene le gomme, mentre per Monza non sembra esserci una giustificazione particolare…
“Diciamo che le nostre difficoltà si vedono anche su piste diverse. È per questo che crediamo sia arrivato il momento di girare pagina per concentrarci sul futuro, per capire come realizzare una macchina più competitiva nel futuro”.

Certo, però c’è anche un presente nel quale Leclerc è 13esimo e Vettel 17esimo. Come affronterete la gara? C’è un qualcosa a cui potete aggrapparvi?
“La macchina è quello che è ed è rappresentata dalla posizione in griglia, ma quando si arriva al sabato sera si cercano tutte le soluzioni possibili per fare meglio: che sia un’opportunità di gestione gomme o di strategia lo vedremo con i piloti e gli ingegneri per fare il meglio possibile per la gara. Se ci porterà a guadagnare dei punti lo scopriremo domani”.

Punterete sul passo gara e magari su una gomma diversa dagli altri?
“E’ il compito sul quale ci dovremo concentrare per sperare di fare qualcosa meglio degli altri nella gestione delle gomme usando anche la strategia più adatta”.

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
1/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala frontale
Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala frontale
3/12

Foto di: Giorgio Piola

Charles Leclerc, Ferrari con la sua ragazza Charlotte Siné arrivano in pista
Charles Leclerc, Ferrari con la sua ragazza Charlotte Siné arrivano in pista
4/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
5/12

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, ai box durante le prove
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, ai box durante le prove
7/12

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Team Ferrari sul pit wall
Team Ferrari sul pit wall
8/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
9/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala posteriore
Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala posteriore
10/12

Foto di: Giorgio Piola

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
12/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
Hamilton: "In Pole grazie al rischio preso alla Ascari"

Articolo precedente

Hamilton: "In Pole grazie al rischio preso alla Ascari"

Articolo successivo

Sainz: "Ho rischiato tanto e l'azzardo ha pagato!"

Sainz: "Ho rischiato tanto e l'azzardo ha pagato!"
Carica i commenti