Ferrari: bene Leclerc con le Pirelli rain da 18 a Jerez

Il monegasco ha aperto i tre giorni di test che la squadra del Cavallino effettua a Jerez de la Frontera per sviluppare le gomme ribassate per il 2022. Charles è stato impegnato con le gomme rain, full wet e intermedie, dopo che la pista è stata bagnata artificialmente. Domani sarà il turno di Carlos Sainz.

Ferrari: bene Leclerc con le Pirelli rain da 18 a Jerez

La Ferrari ha completato la prima delle tre giornate di test a Jerez de la Frontera con le gomme Pirelli da 18 pollici. Charles Leclerc è stato il pilota incaricato dalla Scuderia di sviluppare gli pneumatici da bagnato con la SF90 “mule car” che è stata utilizzata sul tracciato andaluso che è stato bagnato artificialmente con le autobotti.

Il monegasco ha completato 110 giri utilizzando sia gomme full wet che le intermedie senza riscontrare particolari problemi. Domani sarà il turno di Carlos Sainz che proseguirà i collaudi con le gomme rain, mentre mercoledì i due piloti titolari si alterneranno sulla Rossa potendo saggiare le coperture slick.

Ricordiamo che Charles aveva avuto modo di prendere confidenza con le gomme Pirelli ribassate già l’anno scorso con la stessa mule car, per cui alla fine del lavoro sarà possibile effettuare una comparazione sulla crescita degli pneumatici da 18 pollici che la Casa della Bicocca ha continuato a sviluppare a livello virtuale anche nella fase di pandemia del Covid.

La squadra di Maranello è la prima ad aprire i trenta giorni di test che la FIA ha messo a calendario per evolvere le gomme ribassate che faranno il loro debutto sulle monoposto a effetto suolo che entreranno in gioco nel 2022.

condividi
commenti
F1: Estrella Galicia nuovo team partner della Ferrari
Articolo precedente

F1: Estrella Galicia nuovo team partner della Ferrari

Articolo successivo

Alfa Romeo C41: un cambio di filosofia col muso stretto

Alfa Romeo C41: un cambio di filosofia col muso stretto
Carica i commenti