Ferrari: Leclerc al Ricard con le Pirelli da 18 rain

La squadra del Cavallino è tornata in azione oggi al Paul Ricard con Charles Leclerc chiamato a saggiare le gomme rain da 18 pollici nella prima delle due giornate di test Pirelli: questa mattina il monegasco gira con le intermedie e pomeriggio passerà alle full wet. Domani Carlos Sainz rileverà il compagno di squadra per un programma analogo.

Ferrari: Leclerc al Ricard con le Pirelli da 18 rain

Non c'è cosa migliore che tornare al volante di una F1 per cancellare la delusione per il ritiro nel GP di Monaco ancora prima del via. Charles Leclerc si è calato questa mattina nell'abitacolo della Ferrari "mule car" per riprendere lo sviluppo delle gomme rain Pirelli 2022 al circuito Paul Ricard.

Il monegasco ha inziato a saggiare le intermedie in mattina sebbene al Castellet ci fosse il sole con 17 gradi di temperatura ambiente e 23 gradi di asfalto. Il circuito transalpino, infatti, è l'unico insieme a quello di Fiorano, che dispone di un impianto di irrigazione automatico grazie al quale è possibile mantenere un livello di acqua costante.

Nel pomeriggio Charles si dedicherà alle full wet, prima di lasciare il posto a Carlos Sainz che domani proseguirà il lavoro con le stesse modalità. Ricordiamo che la Ferrari ha accettato di prendere il posto che doveva essere della Mercedes, ma la squadra di Brackley ha rinunciato al test con gli pneumatici ribassati adducendo come motivazione la necessità di non sforare il Budget cap con spese di personale che non erano previste.

La squadra del Cavallino ha accettato di buon grado l'invito della Casa milanese: i due piloti avranno modo di verificare qual è stato il lavoro di sviluppo svolto dalla Pirelli sulle rain ribassate dal momento che Leclerc e Sainz nell'inverno avevano già svolto a Jerez una sessione con le configurazioni da bagnato.

condividi
commenti
Alonso: "Quando finivo io secondo sembrava un funerale"
Articolo precedente

Alonso: "Quando finivo io secondo sembrava un funerale"

Articolo successivo

Mercedes: il dado spanato perché Bottas non era allineato

Mercedes: il dado spanato perché Bottas non era allineato
Carica i commenti