Ferrari: inizia il test a Jerez con le Pirelli da 18 rain

Tocca a Leclerc iniziare la sessione di tre giorni di sviluppo delle gomme Pirelli da 18 pollici a Jerez de la Fronterà, . Oggi il programma di lavoro sulla SF90 "mule car" è stato dedicato agli pneumatici rain per sfruttare la pioggia di ieri: la pista è stata bagnata completamente con le autobotti. Previsti due giorni di rain e uno con le slick e i due piloti titolari si alterneranno al volante.

Ferrari: inizia il test a Jerez con le Pirelli da 18 rain

Tocca alla Ferrari aprire i 30 giorni di test che la FIA ha concesso alla Pirelli per sviluppare le gomme da 18 pollici che saranno introdotte l’anno prossimo sulle monoposto a effetto suolo.

La squadra del Cavallino si trova a Jerez de la Frontera dove la mule-car derivata da una SF90 inizierà i collaudi degli pneumatici ribassati nel primo dei tre giorni che sono stati programmati. Trattandosi dell’unica sessione che coinvolgerà la Scuderia sono stati convocati i due piloti titolari: Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Il piano di lavoro prevedeva che sul tracciato andaluso si sviluppassero le gomme slick nella prima giornata e le rain nelle successive due. La pioggia di ieri  invece, ha portato a un cambiamento dei piani con l'anticipo del lavoro sulle gomme da bagnato a oggi con il solo monegasco al volante.

Jerez non è una pista come il Paul Ricard o Fiorano che dispongono di un sistema di irrigazione dell’asfalto automatico e grazie al quale è possibile mantenere un velo d’acqua programmato per simulare le diverse condizioni di bagnato, mentre sul tracciato spagnolo l’esercizio sarà più complicato, dal momento che toccherà alle autobotti provvedere a bagnare con una certa regolarità il fondo.

Il team di Maranello ha deciso di coinvolgere entrambi i piloti titolari che avranno la facoltà di prendere confidenza con quelle che dovranno essere le gomme del 2022, avendo l’opportunità di poter sfruttare questo test per proseguire la preparazione in vista del mondiale che debutterà in Bahrain dal 28 marzo.

Con i test limitati a soli tre giorni (sempre sulla pista di Sakhir dal 12 al 14 marzo) ciascuno conduttore avrà la possibilità di cimentarsi solo per una giornata e mezza.

Ricordiamo che per la Ferrari non si tratta del primo test con le gomme da 18 pollici: l’anno scorso Charles Leclerc aveva girato a Jerez l’8 e 9 febbraio con la mule car dotata di pneumatici se non prototipali, quasi.

 

E a distanza di quasi un anno i tecnici della Pirelli potranno valutare, a parità di macchina, quali saranno stati i progressi svolti sugli pneumatici ribassati, visto che lo sviluppo, anche se solo virtuale a causa del COVID-19, non si è certo fermato.

condividi
commenti
F1 Stories: Lauda e Hunt, come il diavolo e l'acqua santa
Articolo precedente

F1 Stories: Lauda e Hunt, come il diavolo e l'acqua santa

Articolo successivo

Live Alfa Romeo: la presentazione della C41

Live Alfa Romeo: la presentazione della C41
Carica i commenti