F1 | Ferrari in crescita: si è capito come far durare le gomme

Sainz è in terza fila con la SF21 e Leclerc, settimo, è ad appena 191 millesimi dalla terza piazza di Lando Norris. La Scuderia, dopo un venerdì difficile, ha trovato il bandolo della matassa: “Abbiamo fatto un notevole passo avanti - ha detto Sainz - il terzo settore si è confermato cruciale, perché era vitale arrivarci con le gomme in buono stato. Non bisognava forzare troppo nei primi due settori e dare tutto dopo la curva 9".

F1 | Ferrari in crescita: si è capito come far durare le gomme

Non è la prima volta che accade in questa stagione ma fa sempre un certo effetto. A separare Lando Norris, terzo, da Charles Leclerc, settimo, al termine delle qualifiche sono stati 191 millesimi. In questi casi c’è sempre un po' da recriminare, soprattutto da parte di Leclerc, che nel giro conclusivo delle qualifiche di Yas Marina dopo i primi due settori sembrava avere Norris nel mirino. “C’era il potenziale per far meglio – ha ammesso Charles – e quel giro era molto buono, ma probabilmente ho spinto un po’ troppo, e quando sono arrivato nell’ultimo settore non avevo più grip”.

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Le Ferrari erano attese in terza fila, e Sainz è riuscito a confermare i pronostici piazzandosi in quinta posizione, tra la Red Bull di Perez e la Mercedes di Bottas. Per Carlos è stato un risultato che dopo la giornata di ieri sembrava di difficile portata.
“È stato uno dei venerdì più difficili da parecchie gare a questa parte - ha commentato Sainz - ma oggi siamo stati in grado di recuperare bene. Abbiamo lavorato sodo per tornare ad avere una vettura competitiva e per questo ringrazio tutta la squadra”.

Nella serata di ieri i cambiamenti sul fronte del setup non sono stati pochi, e i risultati sono emersi in modo chiaro nelle qualifiche di oggi.

Leggi anche:

“Abbiamo fatto un notevole passo avanti – ha proseguito Sainz - il terzo settore si è confermato cruciale, perché era vitale arrivarci con le gomme in buono stato. Non bisognava forzare troppo nei primi due settori e dare tutto dopo la curva 9. Guardando la classifica sarebbe anche potuta andare meglio visto che Lando è solo pochi centesimi davanti a me, ma abbiamo davanti una gara lunga. Non sarà facile superare, ma faremo di tutto per dargli del filo da torcere e guadagnare posizioni. Voglio concludere la mia prima stagione con la Scuderia Ferrari in crescendo”.

Per Leclerc la gara sarà ancora più in salita. Il rammarico di Charles (autore oggi del secondo miglior tempo nel T2 dietro a Verstappen) emerge anche in altre valutazioni. “Probabilmente non sono soddisfatto della qualifica perché non posso spingere quanto vorrei – ha spiegato - ma spero di essere più contento alla fine della gara”.

L’obiettivo del tandem Ferrari sarà anche quello di marcare a vista Norris, l’avversario diretto nella volata per il terzo posto nella classifica Costruttori. Traguardo decisamente alla portata (la Scuderia è a +38,5 sulla McLaren), mentre per Leclerc non sarà semplice contenere l’assalto finale alla quinta posizione nella classifica generale, che ora lo vede a +4 su Norris.

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

condividi
commenti
F1 | Brawn e Symonds lasceranno i loro ruoli nel 2022
Articolo precedente

F1 | Brawn e Symonds lasceranno i loro ruoli nel 2022

Articolo successivo

Leclerc: "Facevo un giro speciale, ma ho surriscaldato le gomme"

Leclerc: "Facevo un giro speciale, ma ho surriscaldato le gomme"
Carica i commenti