Ferrari: il "ritorno" di Vettel coincide con la SF90 carica

condividi
commenti
Ferrari: il "ritorno" di Vettel coincide con la SF90 carica
Di:
22 set 2019, 17:02

La squadra del Cavallino non ha favorito il successo del pilota tedesco con una strategia a lui favorevole: è stato chiamato per primo al pit stop per difendere la posizione da Verstappen. Poi Seb ha dato un saggio delle sue doti con la Rossa dotata del nuovo pacchetto aerodinamico.

Più difficile è ottenere una vittoria, più grande è la soddisfazione di aver vinto. La strada che ha portato la Ferrari a sbancare il Gran Premio di Singapore è stata lunga, e decisamente in salita. Dopo l’illusione dei test invernali la Scuderia ha dovuto incassare un inizio di Mondiale amaro, e dopo poche gare è apparso chiaro che Hamilton e la Mercedes avrebbero portato a casa i titoli Mondiali. Per di più, in diverse occasioni, anche i successi di tappa sono diventati un tabù, con il rischio di vedere vacillare molte convinzioni. Poi è arrivata la vittoria di Spa.

Nulla più di vincere insegna a vincere, e infatti dal Gran Premio del Belgio la Ferrari non si è più fermata. Ma un conto è stato sbancare Spa e Monza, piste annunciate come favorevoli alla filosofia della SF90, tutt’altro è stato mettere a segno una clamorosa doppietta su un circuito che avrebbe dovuto essere feudo privato di Mercedes e Red Bull.
Adoro questa pista – aveva detto Vettel giovedì - penso che sia una sfida per tutti i piloti, quindi vedremo. Come ho detto prima, sulla carta forse non è il miglior circuito per noi, ma non correremo…sulla carta”.

Il weekend a Marina Bay ha offerto un exploit che ha sovvertito le convinzioni maturate nelle precedenti quattordici gare, e il merito va al gruppo di lavoro diretto da Mattia Binotto, capace di ribaltare un pronostico che sembrava già scritto.

 

Prima la pole di Leclerc, poi la doppietta in gara, uno schiaffo ad una concorrenza rimasta di sasso. L’uno-due ‘rosso’ è arrivato grazie ad una performance decisamente al di sopra delle aspettative (la SF90 si è confermata veloce sulle curve lente e a suo agio sui cordoli) e ad una strategia perfetta messa in atto in una serata in cui ad andare in crisi è stata la concorrenza.

Fino al 19esimo giro la gara è stata di fatto una lenta processione, con Leclerc che ha mediamente girato oltre dieci secondi più lento del tempo della sua pole position, poi a rompere gli indugi è stato Verstappen, che si trovava in quarta posizione a due secondi da Vettel. Il box del Cavallino ha reagito subito, chiamando ai box anche Seb, che di fatto ha anticipato l’ingresso in pit-lane seguito dalla Red Bull dell’olandese.

Solo sfortuna per Leclerc

Una chiamata obbligata e corretta, quella dello stratega della Ferrari Inaki Rueda (poi salito sul podio a fine gara), perché se Vettel fosse rimasto in pista sarebbe stato scavalcato da Verstappen.

Terminato il pit-stop di Seb, il muretto ferrarista ha subito richiamato anche Leclerc, me nella tornata in più percorsa prima della sosta, il monegasco ha girato ad un ritmo non velocissimo (1’49”6) mentre Vettel, quando è tornato in pista con gomme hard nuove, ha ottenuto i suoi migliori parziali fino a quel momento sia nel secondo che nel terzo settore, ‘mangiando’ al compagno di squadra i tre secondi e mezzo che aveva di vantaggio prima delle soste.

Quando Leclerc è rientrato in pista ha visto sfrecciare davanti Vettel, ed è rimasto di sasso. Da quel momento è iniziata una lunga sequenza di team-radio in cui il monegasco ha chiesto in modo più o meno animato, spiegazioni sull’accaduto.

Una reazione comprensibile, perché normalmente le squadre chiamano per primo in pit-lane il pilota che occupa la posizione migliore, ma nel caso di Vettel è stata una scelta forzata per coprirsi dal rischio di cedere la posizione a Verstappen.

Ha fatto bene la Ferrari a giocare di squadra, ed è comprensibile la reazione di Leclerc, che capirà meglio l’accaduto nel debriefing post-gara con i suoi ingegneri.

Vettel ritrova più di una vittoria

Seb ha avuto una chance e l’ha colta in pieno. Quella che doveva essere una chiamata per difendersi da Verstappen, alla fine ha consentito al tedesco di scavalcare sia Hamilton che Leclerc, grazie ad un ottimo ritmo confermato sia dal primo giro coperto con le gomme hard.

Una volta al comando Seb si è ritrovato nel suo vecchio habitat preferito, gestendo al meglio le due safety car e le successive ripartenze. Leclerc ha provato a mettergli pressione, ma Vettel ha risposto per il meglio, non consentendo al compagno di portarsi in zona DRS.

Essere in testa a Marina Bay è un bonus notevole, ma a Vettel va riconosciuto il merito di aver saputo gestire tutto alla perfezione.

Il primo successo stagionale è arrivato in un momento molto delicato della carriera di Vettel. Ventiquattr’ore prima aveva dovuto subire l’ennesimo smacco da parte di Leclerc, e la situazione continuava a diventare sempre più pesante.

La commozione sul podio è legata alla sofferenza delle scorse settimane, e il quinto successo a Singapore sarà sicuramente un boost per Sebastian. La vittoria è arrivata, grazie anche ad una circostanza favorevole, ma è arrivata, e dal prossimo venerdì ci sarà nuovamente la chance di confermare in pista che Sebastian Vettel è tornato.

Scorrimento
Lista

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia al Parc Ferme

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia al Parc Ferme
1/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, con il suo trofeo

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, con il suo trofeo
2/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio
3/17

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari e Max Verstappen, Red Bull Racing festeggiano sul podio

Charles Leclerc, Ferrari, il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari e Max Verstappen, Red Bull Racing festeggiano sul podio
4/17

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso
5/17

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Il vincitore Sebastian Vettel, Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, festeggiano nel parco chiuso

Il vincitore Sebastian Vettel, Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, festeggiano nel parco chiuso
6/17

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso
7/17

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 precede Charles Leclerc, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
8/17

Foto di: Lionel Ng / Motorsport Images

Safety Car precedeSebastian Vettel, Ferrari SF90 e Charles Leclerc, Ferrari SF90

Safety Car precedeSebastian Vettel, Ferrari SF90 e Charles Leclerc, Ferrari SF90
9/17

Foto di: Lionel Ng / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
10/17

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso
11/17

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 pit stop

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 pit stop
12/17

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

La lotta tra Sebastian Vettel, Ferrari SF90 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

La lotta tra Sebastian Vettel, Ferrari SF90 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
13/17

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso
14/17

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90 leads Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 and Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 at the start of the race

Charles Leclerc, Ferrari SF90 leads Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 and Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 at the start of the race
15/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso
16/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
17/17

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Articolo successivo
Verstappen: "Ho superato Lewis di strategia. Il team? Perfetto"

Articolo precedente

Verstappen: "Ho superato Lewis di strategia. Il team? Perfetto"

Articolo successivo

Giovinazzi penalizzato di 10 secondi, ma resta decimo

Giovinazzi penalizzato di 10 secondi, ma resta decimo
Carica i commenti