F1 | Ferrari: i sorrisi parlano più dei tempi sull'acqua

A giudicare dalla tabella dei tempi la Scuderia non ha entusiasmato dopo le prove libere del venerdì a Suzuka: Sainz sesto e Leclerc undicesimo non giustificherebbero sensazioni positive che i due piloti del Cavallino hanno trasferito ai tecnici. Il nuovo fondo ha fatto il suo dovere e la squadra di Maranello è alla ricerca del miglior compromesso sul setup in funzione delle variabili meteo. L'intenzione è quella di osare con un'ala posteriore scarica anche con il bagnato.

F1 | Ferrari: i sorrisi parlano più dei tempi sull'acqua

I piloti dicono più dei tempi. Al termine della prima giornata di attività in pista a Suzuka, la Ferrari ha chiuso con il sesto ed undicesimo tempo, un bilancio che non sembra annunciare un gran weekend.

La realtà è diversa, e sia Leclerc che Sainz non hanno lamentato problemi di guidabilità, confermando dei buoni giudici complessivi al termine della sessione FP2. “Nel complesso è stata una giornata positiva in termini di performance – ha commentato Leclerc - la prima sessione di libere è andata bene e mi sono sentito a mio agio in macchina, mentre la seconda è stata poco significativa perché le mie gomme erano molto usurate”.

Carlos Sainz, Ferrari F1-75

Carlos Sainz, Ferrari F1-75

Photo by: Steven Tee / Motorsport Images

Nella sessione FP2 Leclerc ha trascorso molto tempo ai box, richiedendo un cambio di setup che a fine turno gli ha impedito di coprire più di dieci giri. In più la Ferrari non ha utilizzato un secondo set di intermedie (scelta fatta dalla Mercedes) penalizzando i riscontri cronometrici di giornata.

Sulle due F1-75 ha esordito il nuovo fondo, ed anche se le condizioni non sono state le migliori per valutare i benefici che dovrebbe garantire il nuovo sviluppo, i piloti non hanno segnalato nulla di anomalo.

È stata più intensa la giornata di Sainz, che ha svolto il lavoro di comparazione tra gomme wet e intermedie per raccogliere dati qualora la gara dovesse disputarsi su pista bagnata. Lo spagnolo è apparso a suo agio con la monoposto, completando dei giri in configurazione gara che hanno fornito riscontri positivi. Difficile però confrontare i tempi con gli avversari diretti, a causa di programmi di lavoro differenti.

“È stato un venerdì molto bagnato – ha commentato Carlos - e questo di solito significa non girare più di tanto. Oggi però le condizioni di pista sono rimaste piuttosto stabili e così ho avuto modo di provare sia le gomme Intermedie che le Wet. Così facendo ci siamo potuti portare a casa più di un’indicazione utile sul bagnato, dunque definirei la giornata odierna produttiva”.

Charles Leclerc, Ferrari F1-75

Charles Leclerc, Ferrari F1-75

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Le previsioni di asciutto in vista delle qualifiche di domani costringeranno team e piloti a ripartire da zero nella sessione FP3. “Sarà una sessione di libere particolarmente importante - ha confermato Charles - dovremo adattare la vettura il più in fretta possibile alle condizioni di asciutto ed essere pronti per le qualifiche”.

Come tutti in tutti i box, anche in quello della Ferrari ci sarà da trovare un assetto di compromesso, per non rischiare di ritrovarsi con una vettura troppo rigida e scarica in caso di gara bagnata.

La Ferrari ha provato due soluzioni di ala posteriore, utilizzando nella FP2 la configurazione più scarica che dovrebbe essere montata domani in qualifica. Una scelta in linea con Red Bull ed opposta a quella Mercedes, che oggi ha puntato su un maggior carico aerodinamico.

È una partita a scacchi ancora in corso, quella del setup, e la pioggia caduta oggi su Suzuka non ha aiutato molto in termini di riscontri. Domani, se le previsioni meteo saranno rispettate, vedremo molta attività in pista nei sessanta minuti della sessione FP3, e tutte le squadre (Ferrari inclusa) sperano di avere qualche informazione in più dalle previsioni meteo in vista di domenica, il fronte che al momento gli ingegneri temono di più.

Leggi anche:
condividi
commenti
F1 | Sainz: "Importante girare sul bagnato dopo Singapore"
Articolo precedente

F1 | Sainz: "Importante girare sul bagnato dopo Singapore"

Articolo successivo

F1 | Horner ha la coscienza a posto, pensa al mondiale di Max

F1 | Horner ha la coscienza a posto, pensa al mondiale di Max