Ferrari: ecco Sainz che fa il sedile sulla Rossa

Il pilota spagnolo di 26 anni ieri ha preso confidenza con la squadra che lo seguirà nella stagione 2021: Carlos è stato nel Reparto Corse e si è infilato nell'abitacolo della Rossa per preparare il sedile in vista del dubutto che avverrà a inizio gennaio a Fiorano sulla SF71H.

Ferrari: ecco Sainz che fa il sedile sulla Rossa

Carlos Sainz prima di partecipare con Chales Leclerc alla videoconferenza di Mattia Binotto con i giornalisti, ha fatto il sedile con il quale potrà girare con una Rossa a Fiorano all’inizio del 2021.

Lo spagnolo si è calato nell'abitacolo della SF1000 per prendere le misure del cockpit della Rossa che nell’inverno si trasformerà in SF21, ma non sarà quella, ovviamente, la monoposto con la quale farà il suo debutto in Rosso.

Mattia Binotto ha ufficializzato che il test si effettuerà con la SF71H, vale a dire la F1 che la Scuderia ha utilizzato per allenare Leclerc e Vettel al Mugello dopo il lockdown, prima dell’avvio del campionato 2020 e che poi è stata utilizzata a Fiorano a fine settembre dall’FDA per Road to F1, l’iniziativa della Ferrari che aveva permesso a Mick Schumacher, Callum Ilott e Robert Shwartzman di scoprire le caratteristiche di una F1, in vista dei test ai quali i giovani del Cavallino si sarebbero dovuti sottoporre.

Il 26enne madrileno ha subito fatto una buona impressione sui tecnici del Reparto Corse che lavoreranno con lui sia per la professionalità e sia per la puntigliosità nel curare i dettagli nella seduta a dimostrazione di un bagaglio d’esperienza che è fatto di 118 GP già disputati. Nell'immagine si osserva l'ingegner Adami che ha lasciato Sebastian Vettel e che prenderà in cura l'iberico.

Con Leclerc, Carlos forma la coppia di piloti più giovane nella storia della Ferrari dal 1968 a oggi: si tratta di un assortimento che, sulla carta, dovrebbe dare ampie garanzie visto che a dispetto della giovane età di entrambi, non sono affatto degli sbarbatelli, ma conduttori in grado di puntare ad obiettivi ambiziosi.

Mattia Binotto non vuole alimentare inutili speranze, ma conta che la Scuderia possa tornare a competere stabilmente “… per il terzo posto o meglio”.

Sainz ha siglato un contratto di due anni, per cui può guardare al futuro con una certa serenità, anche se il debutto di Mick Schumacher sulla Haas lascia intendere che alle spalle c’è già una nuova generazione di piloti che spinge…
“La Ferrari Driver Academy non è nata per allevare piloti di F1, ma il prossimo pilota della Ferrari. Oggi è presto per decidere, ma ci sono le premesse per il 2023”.

Con Sainz e Leclerc a Maranello si è definitivamente chiusa la porta a Lewis Hamilton?
“Noi abbiamo investito su Leclerc che ha talento e in Carlos: non ci servono altri piloti”. Più chiaro di così…

Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
1/6

Foto di: Ferrari

Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
2/6

Foto di: Ferrari

Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
3/6

Foto di: Ferrari

Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
Carlos Sainz, Scuderia Ferrari
4/6

Foto di: Ferrari

Carlos Sainz Jr, Scuderia Ferrari
Carlos Sainz Jr, Scuderia Ferrari
5/6
Charles Leclerc, Mattia Binotto e Carlos Sainz Jr. alla Ferrari
Charles Leclerc, Mattia Binotto e Carlos Sainz Jr. alla Ferrari
6/6

Foto di: Ferrari

condividi
commenti
I più giovani vincitori di un GP di Formula 1
Articolo precedente

I più giovani vincitori di un GP di Formula 1

Articolo successivo

Budkowski: "Il ritorno di Alonso sarà molto complicato"

Budkowski: "Il ritorno di Alonso sarà molto complicato"
Carica i commenti