Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera

F1 | Ferrari: “Buon bilanciamento, in qualifica saremo più vicini”

Rispetto all'opaca prestazione del Bahrain, la prima giornata in Arabia Saudita ha ridato il sorriso in casa Ferrari, con i piloti soddisfatti del bilanciamento e del passo mostrato nelle libere, con il podio come obiettivo primario. Gli aggiornamenti sono stati confermati su entrambe le vetture.

Carlos Sainz, Ferrari SF-23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Se dopo il Bahrain si avvertiva un certo pessimismo per un weekend avaro di soddisfazioni, la prima giornata di prove libere in Arabia Saudita ha ridato un po’ di ottimismo in casa Ferrari, con i piloti convinti che la macchina abbia il potenziale per essere protagonista nella lotta al podio.

Il nono e il decimo posto finale non devono ingannare, perché come hanno confermato i due portacolori del Cavallino, la SF-23 ha ancora qualche decimo nel taschino da mostrare in qualifica, dove conterà davvero mettere il mostra tutto il feeling con la monoposto.

Tra i tracciati di Jeddah, quasi tutti i team hanno incontrato qualche difficoltà nel riuscire a trovare il giusto bilanciamento e il modo di preparare gli pneumatici, con molti piloti che si sono lamentati del fatto di non riuscire a portare in temperatura le coperture in tempo per la prima curva.

Dopo diverse modifiche di assetto e tanto lavoro sulla vettura, inclusi i test per verificare la bontà dei nuovi aggiornamenti, tra cui un’ala anteriore rinnovata nel disegno dell’endplate e un fondo modificato, i piloti della Rossa si sono detti complessivamente soddisfatti del set-up.

“Non penso sia andata male, onestamente il feeling è buono. Ma è difficile giudicare le prestazioni, perché i team hanno programmi diversi per quanto riguarda mappature, peso, probabilmente più degli anni scorsi, quindi è più difficile leggere il venerdì. Ma il feeling era buono e il passo sembra migliore del Bahrain”, ha spiegato Charles Leclerc al termine della seconda sessione di libere.

Nel miglior giro, sul rettilineo principale ha accusato un distacco di circa 10 km/h con una mappatura più conservativa, ma i dati raccontano che a inizio sessione la Rossa aveva sfruttato anche modalità più aggressive che l'avevano sensibilmente avvicinata a Red Bull.

“Abbiamo diversi decimi nel taschino. Quanti, vedremo. Anche Red Bull ha nascosto qualcosa, vedremo domani, ma sicuramente saremo più vicini di oggi”, ha aggiunto il monegasco.

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il compagno di squadra, Carlos Sainz, secondo cui la SF-23 sarà più vicina al duo di testa della Red Bull di quanto si è visto in Bahrain, dove uno dei problemi principali era quello del degrado sulla lunga distanza più che la performance pura.

Le caratteristiche della pista saudita, con un asfalto particolarmente liscio e poco abrasivo, riducono lo stress sugli pneumatici, e questo darà una mano alla SF-23.

Tuttavia, come aveva già lasciato intendere alla vigilia, secondo lo spagnolo la squadra di Milton Keynes rimane la grande favorita, con Aston Martin e Mercedes come obiettivo più realistico nella lotta al podio.

 

Leggi anche:

 

“Personalmente credo che siamo più vicini di quanto lo eravamo in Bahrain. Chiaramente le mappature motore e le posizioni in classifica non rispecchiano il nostro vero potenziale. Sui long run sembriamo più competitivi, quindi siamo più positivi per il weekend, ben coscienti però che Red Bull è la chiara favorita e che Aston Martin e Mercedes sono lì con noi”.

“Chiaramente Red Bull è la grande favorita, ma in termini di passo e sensazioni, penso che siamo più vicini. Sarà abbastanza per lottare per il podio? Vedremo domenica”, ha poi aggiunto Sainz.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Fotogallery F1 | Il venerdì di prove libere di Jeddah
Articolo successivo Video | Ghini: "#essereferrari si respira più nel WEC che in F1"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera