Elkann: "La Ferrari deve mostrare la voglia di vincere"

Il presidente del Cavallino ha voluto incontrare la squadra a Maranello alla vigilia della presentazione della team in programma domani alle ore 14. John Elkann sprona dirigenti, tecnici, meccanici e piloti perché non si aspetta un anno di transizione in attesa del 2022, ma ha sottolineato che “… la cosa più importante di questa stagione sarà dimostrare la nostra voglia di vincere".

Elkann: "La Ferrari deve mostrare la voglia di vincere"

Non è una novità: John Elkann è sempre più presente a Maranello. Il presidente ci ha preso gusto a seguire in prima persona le vicende del Cavallino e vive in modo molto concreto anche il ruolo di amministratore delegato ad interim dopo la repentina uscita di Louis Camilleri.

Alla vigilia della presentazione della squadra, prevista per domani alle ore 14, John Elkann ha voluto incontrare tutto il team che fra due settimane sarà in Bahrain per l’avvio della stagione di F1 con i tre giorni di test collettivi che precedono il primo GP sempre sulla pista di Sakhir.

Il meeting si è svolto alla presenza del team principal, Mattia Binotto, e dei piloti Charles Leclerc, Carlos Sainz e Antonio Giovinazzi, oltre che dei tecnici e dei meccanici, alcuni appena rientrati dalla trasferta di Jerez de la Frontera dove la Ferrari ha sperimentato per tre giorni gli pneumatici Pirelli da 18 pollici destinati al 2022.

Se da una parte Binotto ha sottolineato come questa sia l’occasione per ritrovarsi e trovare la concentrazione indispensabile per affrontare un’annata lunga e piena di sfide, il presidente del Cavallino ha sottolineato che “… la cosa più importante di questa stagione sarà dimostrare la nostra voglia di vincere, servono responsabilità e umiltà. Bisognerà prestare attenzione ad ogni minimo dettaglio: conta tutto”.

Insomma per Elkann non sarà solo una stagione di transizione in attesa dell’auspicato rilancio Rosso del 2022, ma l’aspettativa comincia molto prima…

condividi
commenti
Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata

Articolo precedente

Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata

Articolo successivo

Perez: "Max fortissimo in qualifica, io emergo in gara"

Perez: "Max fortissimo in qualifica, io emergo in gara"
Carica i commenti