Ecclestone "tifa" per Alonso campione nel 2013

Mister E spera in un cambio al vertice e si dice certo della sua assoluzione nel caso Gribkowski

Ecclestone
Pur avendo più volte sottolineato quanto Sebastian Vettel e la Red Bull abbiano meritato di aver vinto il titolo iridato 2012, Bernie Ecclestone sembra sperare in un cambio di gerarchie nel 2013. Non è una novità che Mister E non sia un grande amante delle situazioni troppo statiche e dopo tre anni di dominio della squadra di Milton Keynes, il grande boss del Circus non ha avuto problemi a dire di sperare in un successo di Fernando Alonso e della Ferrari nel 2013. "Ho spiegato che Vettel è un gran campione, ma che è ancora giovane e migliorerà come personaggio e nella personalità. Quanto ad Alonso, dopo tre anni di dominio Red Bull, non sarebbe male se ci fosse un cambio al vertice, magari proprio nel segno della Ferrari" ha detto in un'intervista concessa al Corriere della Sera. Bernie quindi sembra aver messo alle spalle le pesanti critiche arrivate da Luca Cordero di Montezemolo in occasione delle Finali Mondiali Ferrari di Valencia, che lo aveva definito troppo vecchio per continuare a guidare la Formula 1: "Montezemolo resta un amico e sono convinto che non volesse dire quelle cose su di me, sulla mia età e sulle mie capacità operative. Sono sereno, è il gioco delle parti". E, anzi, su questo Mister E è molto convinto: non ha alcuna intenzione di lasciare il suo "giocattolo" ad altri. Anche perchè si dice certo della sua assoluzione nel processo in Germania legato alla vicenda Gribkowski. Per questo non è particolarmente preoccupato: "Lo sarei se fossi colpevole, ma non lo sono. Se cercano di intrappolarmi? Non lo so e non mi interessa, ma capisco che le provino tutte quando ci sono di mezzo dei soldi".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie