Domenicali: "Le regole? Un'opportunità straordinaria!"

Il team principal della Ferrari è sicuro di disporre di uno staffe e di un'organizzazione competitiva

Domenicali:
Stefano Domenicali sa di giocarsi tutto. Il team principal della Ferrari è consapevole che la stagione 2014 sarà cruciale per il Cavallino: il cambio delle regole favorisce un azzeramento dei valori. L’adozione del motore V6 Turbo riporta la meccanica al centro dei progetti tanto quanto l’aerodinamica. Dopo la rivoluzione dei regolamenti la squadra di Maranello cerca il riscatto… “In Formula 1 mai come quest’anno c’è una opportunità straordinaria che la nostra direzione tecnica deve cogliere. Viviamo un cambiamento regolamentare importante, che non si vedeva nel nostro mondo da tantissimo tempo. Si tratta di un’opportunità che va colta, anche se siamo consci delle grandi difficoltà che dovremo superare soprattutto a inizio stagione: dovremo capire quali sono le problematiche che si portano dietro le nuove power - unit”. La Ferrari è pronta per affrontare questa sfida innovativa? ”In questi anni il processo di riorganizzazione era già stato avviato: talvolta in maniera più silenziosa rispetto ad altre volte che hanno coinvolto personaggi più noti nel mondo della Formula 1. Nella struttura, quindi, tante cose sono diverse: sono stati fatti degli investimenti importanti che hanno riguardato la ristrutturazione delle galleria del vento e degli strumenti di simulazione. Questo vuol dire che abbiamo l’opportunità di lavorare in modo diverso. Ecco perché mi aspetto un risultato importante, dal momento che non possiamo certo dire che ci mancano le risorse!”. La Ferrari ha colmato le lacune? ”Per vincere bisogna essere al top in ogni settore. Pertanto dovremo mantenere quei valori portanti che abbiamo confermato in questo anni: oltre alla bravura a livello di strategia, ricordo la velocità ai pit stop. Quest’anno, soprattutto all’inizio del campionato, dovremo capire come andranno interpretati al meglio i Gp perché è proprio cambiato tutto”. Non ci sono più scuse, c’è solo l’obbligo di vincere… “Non sarà facile, ma ci saranno nuovi elementi di valutazione nel risultato: conterà tantissimo l’efficienza delle vetture nel risultato finale, visto che bisognerà fare i conti con il risparmio di benzina. Quindi ci sono degli elementi in più per chi ha gli strumenti e le persone migliori per emergere. Penso che abbiamo messo in piedi un’organizzazione adatta per sperare di portare a casa un risultato ambito che ci manca da diverso tempo“. Domenicali, però, vuole che si tengano i nervi saldi… “L’errore che non dobbiamo commettere all’inizio è di cedere alle pressioni che saranno tante. Dobbiamo evitare di farci prendere dal panico se, come è facile aspettarsi, nelle prime giornate di test ci saranno delle difficoltà da affrontare. Sono problemi che avranno tutti, per cui sarà importante tenere il sangue freddo: l’unico errore che non si potranno permettere i miei uomini sarà di lasciarsi trasportare dall’emotività. L’ansia non fa lavorare bene in una fase delicata come questa, nella quale, invece, si può fare la differenza”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen , Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie